Domenica 13 Maggio 2018 - 22:45

Serie A, basta 0-0 con la Roma: per la Juve festa scudetto all'Olimpico

A nulla serve la vittoria del Napoli al Marassi. La gioia di Allegri e giocatori sotto lo spicchio di tifosi accorsi nella capitale per una giornata storica

Roma - Juventus

Bastava un pari per l'ennesima festa e un pareggio è arrivato. Con lo 0-0 contro la Roma all'Olimpico, la Juve esplode di gioia e conquista il suo settimo scudetto consecutivo. A nulla serve la vittoria a Marassi del Napoli insomma, grazie ad una gara con pochissime occasioni e che ha visto gli ospiti condurre una gara attenta dietro ma che ha portato al risultato ottenuto. Dopo due minuti di recupero Allegri non nasconde la sua felicità e tutti i giocatori vanno a fare festa sotto lo spicchio di tifosi accorsi nella capitale per una giornata storica.

Roma molto propositiva nel primo tempo, ma poco cinica e senza obiettivi vista la qualificazione in Champions aritmeticamente già arrivata. Nelle formazioni iniziali Di Francesco lancia il suo classico 4-3-3 con Pellegrini in mediana e il tridente El Shaarawy-Dzeko-Under, mentre nei bianconeri ecco il 4-2-3-1 dove trovano spazio De Sciglio terzino e Bernardeschi trequartista con Dybala e Mandzukic dietro Higuain.

Parte bene la Roma, che prova a costruire sull'out destro con il tandem Florenzi-Under. Al 9' Pellegrini approfitta di un disimpegno errato di Rugani e serve Dzeko in area: il bomber però sbaglia il controllo e conclude alto. Grossa occasione per i padroni di casa qui. Nainggolan spreca da buona posizione, ma il pallino del gioco nei primi quindici minuti è tutto giallorosso. Ecco allora che Higuain accorcia verso i 'fantasisti', cercando di aprire spazi per Dybala e un volenteroso Bernardeschi. I ritmi sono buoni, con i bianconeri che provano a gestire il pallone con il palleggio e la tecnica; Allegri in panchina però è indiavolato e non sembra per nulla contento dell'atteggiamento poco propositivo dei suoi. La Roma invece c'è: al 26' Rugani salva sulla ripartenza di Under, poi Pellegrini con un siluro di destro non va lontano dall'incrocio. El Shaarawy sbatte su Barzagli, Pjanic è in difficoltà in mediana mentre Dybala prova a spaventare Alisson con un diagonale mancino che spira largo.

 

Poco prima dell'intervallo l'Olimpico esplode dopo una punizione decentrata di Kolarov ma è solo un'illusione ottica e la palla finisce sull'esterno della rete. Pronti via nella ripresa e viene subito annullato un gol a Dybala per fuorigioco che sembra esserci. Giro palla lento e ritmo basso dei bianconeri, che non vogliono scoprirsi troppo. De Rossi salva in estirada su Higuain lanciato a rete, imitato a ruota dall'ex Szczesny bravo in uscita su Dzeko. La Roma sbaglia molti passaggi e un nervoso Nainggolan viene ammonito per un fallo tattico. Al 19' si fa vedere Kolarov con un tiro deviato che sorvola di poco la porta bianconera. Pochi minuti dopo e arriva il doppio giallo per il belga, autore di un fallo inutile su Dybala. Entrano Douglas Costa per un negativo Bernardeschi e Gonalons per Pellegrini. Le occasioni latitano e l'uomo in meno della Roma favorisce i ritmi bassi caldeggiati dagli ospiti che palleggiano per diversi minuti senza affondare. Nel finale Jesus usa le maniere forti per fermare Dybala lanciato in area. Ma le due squadre attendono solo il fischio finale che arriva dopo due minuti di recupero. I tifosi bianconeri intonano il coro 'I campioni d'Italia siamo noi' e per i giocatori inizia la festa, meritata visto il duello all'ultimo pallone con il Napoli. Dall'Olimpico, in attesa della decisione di Allegri, arrivano anche delle indicazioni per il futuro: Rugani e De Sciglio possono essere importanti dietro e Costa merita un posto da titolare. Da rivedere Bernardeschi, mentre forse Mandzukic non ha più la fame della stagione passata. Nella Roma del 2018-19 meritano invece più spazio Pellegrini e Under. Il presente però è bianconero: lo scudetto è ancora una volta targato Juve e l'Olimpico può solo ammirare la forza degli avversari.

Scritto da 
  • Alessandro Banfo
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Il debutto di Cristiano Ronaldo in Serie A

Juve, non solo Cristiano Ronaldo: Dybala contro la Lazio in cerca di identità

Le prove d'intesa tra i due attaccanti proseguono ma sembra evidente che ci sia ancora bisogno di tempo

Juventus vs Hellas Verona

Juve al lavoro verso la Lazio. E Pjanic rinnova il contratto

Sabato all'Allianz Stadium arriva la squadra di Inzaghi. Ronaldo pronto a debuttare sotto gli occhi dei propri tifosi

Torino vs Roma - Serie A Tim 2018/2019

Serie A, Dzeko doma un bel Toro all'89': primi 3 punti per Di Francesco

È il bosniaco a risolvere, con una prodezza delle sue all'89', l'intricata sfida in casa dei granata