Sabato 14 Aprile 2018 - 20:15

Serie A, Chievo-Toro a reti inviolate: Mazzarri manca il poker

I lanciatissimi granata, reduci dall'impresa sull'Inter, rallentano la già difficile rincorsa all'Europa

Chievo - Torino

Poco spettacolo, zero reti e un punto a testa tra Chievo e Torino. Dall'anticipo del 'Bentegodi' esce un risultato che certamente soddisfa più i padroni di casa. I lanciatissimi granata, reduci dall'impresa sull'Inter, mancano la quarta vittoria consecutiva e rallentano la già difficile rincorsa all'Europa. I veneti muovono la classifica ma la situazione resta per loro pericolosa: al momento il margine di sicurezza sulla zona calda è di tre punti. Toro sfortunato nel primo tempo con il palo di Anasaldi, in ombra Belotti che sciupa una grande occasione. I padroni di casa si rendono pericolosi solo nella ripresa e chiudono in dieci per l'espulsione di Bani.
 

Una sola novità nel 4-3-1-2 di Mazzarri rispetto a quello vittorioso sui nerazzurri: Rincon per Obi a centrocampo. In avanti, confermato il duo formato da Ljajic, recuperato in extremis e Iago Falque a supporto di Belotti. 4-4-2 per Maran che deve fare a meno dello squalificato Giaccherini. In difesa Jaroszynski vince il ballottaggio con Gobbi in fascia, a centrocampo  Bastien è preferito a Birsa. Meglio i granata nel primo tempo. Nei minuti iniziali la squadra di Mazzarri rischia qualcosa su un velenoso retropassaggio di Burdisso a Sirigu, poi si impossessa della manovra. I veneti badano a non concedere spazi. La prima, pericolosa occasione passa per il sinistro del vivacissimo Ansaldi, che scarica in porta dopo essersi liberato di Cacciatore: a salvare Sorrentino è il palo. Ancora Toro in avanti con il solissimo Belotti che prova il diagonale dopo una grande giocata di Ljajic ma angola troppo la mira. I granata gradualmente abbassano il ritmo, ma i padroni di casa pur alzando il baricentro non riescono in ogni caso ad impensierire Sirigu e dagli spalti di Bentegori non mancano i fischi.

Per arrivare alla prima occasione dei veneti occorre attendere il quarto d'ora della ripresa, con Bani che svetta sugli sviluppi di un angolo con palla alta sulla traversa non di molto. Poco dopo, cambio forzato in difesa per Mazzarri: N'Koulou deve alzare bandiera  bianca, dentro Bonifazi. Chance granata con il tentativo di prima intenzione di Baselli, servito al limite da Ljajic: il destro sfiora  l'incrocio. Il Toro fatica a trovare spazi e la sua spinta si affievolisce, il Chievo complice l'ingresso di Hetemaj e Birsa invece è  più determinato di quello dei primi 45': Cacciatore tenta il blitz dopo l'uscita imperfetta di Sirigu sul cross di Hetemaj, ma il sinistro è alto. Ma nel finale la squadra di Maran si ritrova in dieci: Ban incassa il secondo giallo per una scivolata scomposta su Bonifazi. Approfittando della superiorità numerica la squadra di Mazzarri si riversa in avanti. E a momenti riesce nel colpo da tre punti: Sorrentino però è provvidenziale nello sventare il gran destro di Ljajic e nel difendere il prezioso punto salvezza.

Scritto da 
  • Attilio Celeghini 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Atalanta - Torino

EuroAtalanta va: battuto Toro, Milan scavalcato al sesto posto

Successo preziosissimo e meritato per la banda Gasperini, che passa in vantaggio con Freuler, subisce il pari granata di Ljajic e trova il gol-vittoria con Gosens

Chievo - Inter

Icardi-Perisic gol e rischi nel finale: Inter espugna Verona

La squadra di Spalletti soffre nel primo tempo, ma è cinica e spietata nella ripresa.

Spal - Chievo

Spal e Chievo non si fanno male: 0-0, un punto per salvezza

Le squadre chiudono con uno zero a zero che tutto sommato rispecchia quello che si è visto in campo