Lunedì 11 Settembre 2017 - 14:30

Sicilia, Sgarbi prepara la squadra: "Morgan assessore ai 'social'"

"Vuole occuparsi di tecnologie per i giovani, lui sa ascoltarli ed è molto intelligente"

Sicilia, Sgarbi prepara la squadra: "Morgan assessore ai 'social'"

Vittorio Sgarbi, candidato alla presidenza della Sicilia, inizia a pensare alla sua squadra di governo"Morgan è un'idea che ho da sempre, è una persona meritevole, i giovani hanno bisogno di simili, lui vuole occuparsi di tecnologia, di internet, mi chiama tutti i giorni, è molto intelligente, molto meglio di tanti incapaci che vengono chiamati a fare gli assessori e che stanno lì morti, senza slanci, senza idee. Morgan sarà assessore alle tecnologie per i giovani, perché sa ascoltarli", spiega, intervenendo ai microfoni di ECG, su Radio Cusano Campus. "Il modo per collegarsi e comunicare oggi è cambiato, i ragazzi hanno tante istanze, serve un ufficio che regolamenti una nuova offerta di intelligenza. Lui vuole fare l'assessore alle tecnologie informatiche. Sicuramente se la caverebbe meglio di Battiato, che appartiene a un'epoca lontana", aggiunge.

"Domani farò una conferenza stampa in cui annuncerò una serie di ipotesi - ha aggiunto Sgarbi - C'è un grande vuoto di rapporto tra gli elettori, gli offrono delle cariatidi, delle mummie, dei morti, figure già usate che si candidano per la terza volta. La Sicilia meriterebbe di meglio rispetto a questi quattro reduci già misurati e non riusciti". Berlusconi? "Ci siamo sentiti, è molto preoccupato. Ha paura che io faccia perdere il centrodestra, potrei togliere voti al centrodestra, farlo perdere. Mi ha offerto di andare con Forza Italia, se ne può discutere. Se la mia candidatura fa vincere i Cinque Stelle si può trovare una strada diversa, ma in questo momento mi pare che l'ipotesi migliore sia correre da solo con l'obiettivo di vincere. Gli elettori non vogliono più votare le cose che hanno già visto", risponde.

Quanto ad Alfano, "si sta spendendo molto per Micari, ma è sotto di me. Dai primi sondaggi, io sono al 4,2% e lui al 3%. I sondaggisti mi accreditano, non solo per la mia proposta politica nuova ma anche perché Sgarbi lo conoscono tutti, sanno chi è, può piacere o non piacere ma non è una sorpresa".

Cambiando argomento, Sgarbi commenta la vicenda di Firenze che vede due carabinieri accusati di stupro da parte di due studentesse americane: "Spero che sia come hanno detto i carabinieri, cioè che le due donne fossero consenzienti. Ora viene fuori che loro erano ubriache ma che i due carabinieri non lo sapevano. E' una interpretazione un po' capziosa e anche non convincente. Però se tu stai insieme a una donna e questa non strilla e non se ne va pensi che con una leggera forma di persuasione tu l'abbia convinta. Bisogna capire sul piano psicologico se loro stiano dicendo una enorme bugia o se invece siano davvero due fessi. Se queste ragazze non hanno dato nessun segnale di sgradimento si può capire l'interpretazione che hanno dato i due carabinieri del loro atteggiamento. I due carabinieri sono comunque da radiare dall'arma. In servizio non si scopa. Il tema della percezione di un atto rispetto a quelli che ne sono coinvolti è probabilmente un equivoco grave in cui loro non si sono resi conto che le ragazze non reagivano emotivamente perché avevano paura", conclude.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Cerimonia per il 244° Anniversario della fondazione della Guardia di Finanza.

Migranti, forte irritazione dell'Italia per la bozza Ue sui ricollocamenti

Salvini: "Conte fa bene a non andare al vertice di domenica se il compitino è già pronto"

Dalla Regione Lazio arriva la prima legge sulla tutela dei rider

Stanziati 2 milioni di euro per il biennio 2019-2020. Zingaretti: "Proposta inviata anche al ministro Di Maio"

Seregno, incontro in piazza con Matteo Salvini

Salvini: "Onore alla Gdf per gli evasori totali. Ora pace fiscale"

Il vicepremier alla cerimonia per il 244esimo del corpo. "Chiudere le cartelle sotto i centomila euro per ridare serenità a imprese e lavoratori"

Sergio Mattarella alla cerimonia in ricordo di Giuseppe Saragat

Mattarella: Italia solidale e accogliente, ma la Ue faccia di più per i rifugiati

Il messaggio del Capo dello Stato in occasione della Giornata mondiale del Rifugiato. "Non lasciare tutto sulle spalle dei Paesi d'ingresso"