Sabato 23 Dicembre 2017 - 15:30

Stallone nega di avere violentato una donna: pronto a denunciarla

Una donna sostiene di essere stata stuprata dall'attore negli anni '90 ma lui respinge le accuse

Sylvester Stallone nega di avere violentato una donna negli anni '90 e si è recato in un noto studio di avvocati di Los Angeles per consultarsi a proposito delle accuse contro di lui. A riportarlo è il sito Tmz, spiegando che venerdì mattina Stallone, insieme al suo legale Marty Singer, è andato negli uffici di Blair Berk. L'obiettivo, scrive il giornale citando fonti proprie, non è andare sulla difensiva, ma presentare a sua volta una denuncia contro la donna che sostiene di avere subìto violenza.

Questa settimana i media Usa hanno riportato la notizia di una denuncia presentata alla polizia di Santa Monica, in California, in cui una donna, della quale non è stata resa nota l'identità, accusa l'attore e regista statunitense di averla stuprata negli anni '90. Ma  Stallone nega questa versione e intende accusare la donna di avere mentito.

Non è la prima volta che Stallone viene segnalato per presunti abusi sessuali. A novembre scorso il tabloid britannico Daily Mail aveva riportato che l'attore era stato accusato di aggressione sessuale da una 16enne mentre a luglio del 1986 erano in corso le riprese del film 'Over the Top' a Las Vegas. La giovane aveva denunciato alla polizia di essere stata "intimidita" per spingerla ad avere un rapporto a tre nell'albergo Las Vegas Hilton: con Stallone, che allora aveva 40 anni, e con la sua guardia del corpo Mike De Luca. Secondo il racconto dell'allora adolescente, venuto fuori da un report della polizia ottenuto in esclusiva dal Daily Mail, lei aveva cominciato un rapporto con Stallone e poi l'attore aveva invitato De Luca a unirsi a loro. Dalla testimonianza raccolta dalla polizia emerge che la ragazza era "molto a disagio" per quell'incontro, ma che sentì di "non avere scelta". La 16enne assicurò che, dopo questo episodio, Stallone la minacciò intimandole di non raccontare a nessuno l'accaduto, e la giovane non volle presentare accuse contro nessuno dei due uomini perché si sentiva "umiliata e provava vergogna" oltre che essere "spaventata". Anche in questo caso Stallone aveva respinto le accuse contro di lui.

Dopo lo scandalo di abusi sessuali che ha travolto il potente produttore Harvey Weinstein, a Hollywood si susseguono accuse di abusi e molestie sessuali contro diversi attori e registi. Sono già stati accusati Kevin Spacey, Dustin Hoffman, Louis C.K., nonché Bryan Singer, Brett Ratner, John Lasseter e James Toback.
 

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Photocall del film A casa tutti bene

Gabriele Muccino trionfa al box office: "Il pubblico vuole emozioni"

"A casa tutti bene" supera "Cinquanta sfumature di rosso"

BRITAIN-ENTERTAINMENT-FILM-AWARDS-BAFTA

Bafta 2018, tutti i vincitori: miglior adattamento a "Chiamami col tuo nome"

Gli Oscar britannici all'insegna del colore nero contro le molestie, come accaduto per i Golden Globes

MTV Movie & TV Awards a Los Angeles

Molestie, in Gb nasce fondo per vittime: Emma Watson dona 1 milione di sterline

Tante le attrici britanniche che hanno seguito il suo esempio: da Kate Winslet a Keira Knightley

David 2018, "Gatta Cenerentola" entra nella storia: è il primo cartoon candidato come Miglior Film

La favola di Basile reinterpretata in chiave futuristica e portata al cinema dai disegni di Alessandro Rak è nella cinquina dei migliori film italiani del 2017