asta

Pagina 1 di 22
Domenica, Aprile 8, 2018 - 19:45

Asta di divorzio per Russell Crowe: incassati 3 milioni di dollari

Quasi 3 milioni di dollari: è quanto ha racimolato Russell Crowe nell'“asta di divorzio” che l'attore ha promosso per pagare le spese della separazione dall'ormai ex moglie, l'attrice Danielle Spencer. Oltre 220 tra oggetti personali e cimeli cinematografici, in vendita ieri da Sotheby's a Sydney nel giorno del 54esimo compleanno del divo, che gli hanno fruttato 2,8 milioni di dollari americani. Tra gli oggetti c'era una replica pienamente funzionante di un carro romano del "Gladiatore", stimato fino a 10mila dollari australiani e venduto a 65mila, e la corazza che la star indossava per la scena della sua morte nel film, 125mila dollari.

Martedì, Marzo 27, 2018 - 14:15

Torino, all'asta i cimeli di Kubrick

Dal cappello del sergente Hartman di Full Metal Jacket al ciak di Eyes Wide Shut, a Torino inizia l'asta dei memorabilia di Stanley Kubrick e dei suoi film. A raccoglierli è stato il suo assistente Emilio D'Alessandro che in 30 anni di lavoro al suo fianco ha salvaguardato alcuni dei cimeli del regista raccogliendoli in una piccola collezione privata. Il 27 marzo alla casa d'aste Bolaffi saranno venduti al miglior offerente alcuni pezzi particolarmente rari, come un lungo frammento della pellicola originale di Shining (base d'asta 3 mila euro) donato a D'Alessandro dal regista che solitamente ne bruciava tutte le parti avanzate per timore che qualcuno potesse copiare il suo lavoro.

Martedì, Gennaio 16, 2018 - 12:30

All'asta lussuosa Mercedes del '39, unico proprietario: Adolf Hitler

Una lussuosa Mercedes del 1939, il motore un sette litri e mezzo, benzina, capace di spingerla fino a 160 chilometri all'ora, unico proprietario: Adolf Hitler. Sarà messa all'asta in Arizona negli Stati Uniti nei prossimi giorni l'auto simbolo della propaganda nazista, la Mercedes sulla quale Hitler si faceva immortalare mentre accoglieva capi di Stato a Berlino o mentre inneggiava alla purezza della razza e dell'industria dell'acciaio tedesca

Venerdì, Gennaio 5, 2018 - 09:30

Tokyo, ultima asta nello storico mercato del pesce: venduto tonno gigante di 400 chili

Ultima asta per il mercato del pesce di Tsukiji, a Tokyo, conosciuto in tutto il mondo e famoso proprio per le sua aste mattutine, prima dell'alba, in cui il tonno più pregiato viene venduto al miglior offerente, sia che si tratti di chef stellati o di semplici negozi di alimentari. Il mercato chiuderà per trasferirsi a Toyosu, un ex impianto di gas, e nell'ultima asta di Capodanno un tonno enorme di oltre 400 chili è stato venduto per 36,5 milioni di yen. L'acquirente è rimasto anonimo.

Domenica, Dicembre 17, 2017 - 09:30

Mammuth all'asta: 548mila euro per il suo scheletro

È stato battuto all'asta a Lione per 548mila euro lo scheletro di un mammuth di 15 mila anni: il reperto, conservato secondo gli esperti in condizioni eccezionali, è stato venduto dalla casa d'aste Aguttes. Lo scheletro è stato ritrovato in Siberia. Nel 2006 uno simile era stato venduto a 150mila euro, per uno scheletro di dinosauro furono necessari più di un milione di euro

Martedì, Novembre 28, 2017 - 07:15

All'asta lo scheletro di un mammut di 15mila anni

Il prossimo 16 dicembre sarà battuto all'asta a Lione lo scheletro di un mammuth di 15 mila anni: per il momento il reperto, conservato secondo gli esperti in condizioni eccezionali, è in mostra alla casa d'aste Aguttes. Ritrovato in Siberia, vale tra i 450mila e i 490mila euro. Nel 2006 uno scheletro simile era stato venduto a 150mila euro, per uno scheletro di dinosauro furono necessari più di un milione di euro.

Giovedì, Novembre 16, 2017 - 10:00

Salvator Mundi, 450 milioni per l'ultimo Leonardo

L'opera Salvator Mundi di Leonardo Da Vinci è andato all'asta a New York e ha raggiunto una cifra da record: 450 milioni di dollari. La casa d'aste Christie's aveva stimato una partenza per l'asta al rialzo di 100 milioni di dollari. Il venditore è un collezionista privato europeo che aveva acquistato l'opera dopo la sua riscoperta nel 2005. Rimangono comunque dubbi sulla attribuzone al maestro fiorentino.

Mercoledì, Novembre 15, 2017 - 10:00

All'asta il diamante dei record: 28 milioni per 163 carati

Il più grande diamante mai messo all'asta, una pietra con il più alto grado di purezza possibile, pesante 163 carati, è stato venduto da Christie's a Ginevra. E' incastonato in una collana preziosissima composta da smeraldi e altri diamanti, una creazione unica che ha raggiunto l'incredibile valutazione di 28 milioni di euro. All'asta anche un altro diamante, "Le Grand Mazarin", una delle pietre più famose della storia, appartenuta al tesoro della corona francese per più di 200 anni. E' stato venduto per circa 12 milioni di euro in occasione della stessa serata, molto ricca per la casa d'aste del Regno Unito.

Mercoledì, Ottobre 25, 2017 - 12:45

Due note scritte nel 1922 da Einstein vendute per 1,5 milioni di euro

Due brevi frasi scritte nel novembre 1922 da Albert Einstein sono state vendute all'asta a Gerusalemme per 1 milione e mezzo di euro. Il premio Nobel scrisse le note in una camera d’albergo di Tokyo dove si trovava per partecipare a una serie di conferenze e non avendo contanti le diede ad un fattorino invece della classica mancia. "Una vita umile e tranquilla porterà molta più felicità della ricerca del successo e della costante irrequietezza che l’accompagna", recita la prima frase venduta a 1,3 milioni di euro. La seconda è stata invece battuta a 200mila euro: "Quando c’è la volontà, c’è anche un modo per farcela". Le due note sono state messe in vendita da una persona di Amburgo, in Germania, e che si è presentata come un nipote del fattorino. Secondo il suo racconto Einstein avrebbe detto all’uomo: "Se sarai fortunato, un giorno queste note varranno molto più di una semplice mancia".

Sabato, Ottobre 21, 2017 - 12:30

All'asta la lettera di un passeggero del Titanic

(LaPresse) Una lettera scritta a mano e ritrovata addosso a un uomo morto nel naufragio del Titanic verrà venduta all’asta sabato 20 ottobre per un prezzo che dovrebbe aggirarsi attorno ai 100mila euro. "Se tutto va bene arriveremo a New York mercoledì mattina” scriveva nella missiva, rivolgendosi alla madre, il passeggero di prima classe Alexander Oskar Holverson. L’uomo, un venditore del Minnesota in viaggio con la moglie, sopravvissuta al naufragio, aveva anche descritto le sue impressioni sui servizi offerti a bordo della nave, lodandone il cibo e la buona musica. La lettera è una delle ultime sopravvissute all'affondamento del Titanic e porta ancora i segni del tempo trascorso nell’oceano Atlantico.

Pagine