Calenda

Pagina 1 di 4
Martedì, Febbraio 20, 2018 - 12:45

Embraco, dipendente s'incatena ai cancelli della fabbrica: "Chiedo aiuto a Calenda"

Daniele Simoni, da 25 anni operaio di Embraco nell'azienda di Riva presso Chieri, si è incatenato ai cancelli della fabbrica in segno di protesta contro gli imminenti licenziamenti e lo spostamento della produzione in Slovacchia. "Mi sono fatto legare per dimostrare che non molliamo fino alla fine dei 75 giorni. Chiedo aiuto al ministro Calenda di aiutarci fino in fondo e di non mollare come non stiamo mollando noi", ha dichiarato Simoni. Intanto il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, è a Bruxelles per un incontro con la Commissaria europea per la concorrenza Margrethe Vestagher.

Martedì, Febbraio 20, 2018 - 11:15

Caso Embraco, Calenda vola a Bruxelles

Il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, è atteso nella giornata di martedì a Bruxelles, dove affronterà la vicenda Embraco con il Commissario europeo per la concorrenza Margrethe Vestagher. "Se il governo slovacco fa accordi fiscali ad hoc con le aziende, questa è una rottura nella normativa sugli aiuti di Stato. Voglio che sia verificato", ha dichiarato Calenda in merito alla volontà di trasferire parte dell'azienda in Slovacchia. I vertici dell'azienda vorrebbero chiudere lo stabilimento di Riva presso Chieri, nel Torinese, e licenziare i dipendenti entro un mese. Ieri Calenda aveva definito i vertici di Embraco "gentaglia"

Lunedì, Febbraio 19, 2018 - 18:00

Calenda contro Embraco: "Gentaglia"

Ira del ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, contro i vertici di Embraco, l'azienda specializzata nella produzione di compressori per frigoriferi che ha deciso di abbandonare la sede torinese di Riva presso Chieri e spostarsi in Slovacchia. “Io non ricevo più questa gentaglia, perché ne ho fin sopra i capelli di loro e dei loro consulenti del lavoro italiani”, ha tuonato Calenda parlando dei vertici aziendali dell'Embraco, che hanno rifiutato la proposta del governo sullo stop ai licenziamenti e cassa integrazione

Venerdì, Febbraio 16, 2018 - 22:30

Calenda: "Gentiloni? Non chiamatelo camomilla"

"Io voto Paolo Gentiloni e posso assicurarvi che il soprannome meno adatto a lui è camomilla, è una cosa che si chiama signorilità e che in politica manca", questo l'endorsement di Carlo Calenda, ministro per lo Sviluppo economico, al presidente del Consiglio durante una iniziativa del Pd romano. Poi a chi gli chiede se stia pensando a candidarsi come sindaco di Roma risponde secco: "Neanche morto, sarei un cialtrone”

Venerdì, Febbraio 16, 2018 - 22:30

Gentiloni su Calenda: "Ha un modo di fare un po' renziano"

"Ho scoperto in questi 14 mesi che Carlo Calenda è una persona di una generosità straordinaria. Un ministro che sembra un po' spiccio e ruvido. Ha un modo di fare un po' renziano, rapido". Così il premier Paolo Gentiloni, al convegno "Con Roma per Gentiloni" insieme al ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda e all'ex sindaco della Capitale, Francesco Rutelli

Venerdì, Febbraio 16, 2018 - 18:45

Alitalia, Calenda: "Nessuna soluzione prima del voto"

Trattative su Alitalia, se ne riparla solamente dopo il voto. "I commissari mi hanno confermato che non ritengono di poter concludere prima del 4 marzo, in quanto i pretendenti di Alitalia vogliono aspettare che ci siano le elezioni". Si è espresso così il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, sull'andamento delle trattative dopo essere stato aggiornato dai tre commissari della compagnia Laghi, Gubitosi e Paleari. Calenda spiega che "andiamo avanti a lavorare", ma rifiutandosi di commentare sulla cordata a quattro Air France-Delta-Easyjet-Cerberus

Venerdì, Febbraio 9, 2018 - 13:30

Ultimatum di Calenda all'Embraco: "Ritiri i licenziamenti"

Entro giovedì prossimo arriverà la risposta sul possibile ritiro dei 500 licenziamenti all'Embraco di Riva di Chieri. L'azienda si è detta disponibile ma aspetta l'ok da Whirlpool, la casa madre. E' quanto emerso al vertice in Prefettura a Torino tra l'azienda, i sindacati e il ministro dello sviluppo economico Calenda. "È inaccettabile una cosa diversa dal ritiro dei licenziamenti", ha avvertito il titolare allo Sviluppo che poi ha chiarito: "Se ci diranno no e l'azienda andrà avanti la considereremo una dichiarazione totale di guerra al governo italiano"

Giovedì, Febbraio 8, 2018 - 23:45

Embraco, Calenda: "Per governo unica opzione è ritiro licenziamenti"

Dopo un lungo incontro in Prefettura a Torino fra governo, lavoratori e azienda, la Embraco di Riva di Chieri ha dato la disponibilità a ritirare i licenziamenti. È quanto ha spiegato al termine della riunione il ministro per lo Sviluppo economico, Carlo Calenda: "L'azienda - ha aggiunto - darà una risposta al governo entro giovedì prossimo"

Sabato, Febbraio 3, 2018 - 12:15

Elezioni, Calenda: "Trovo il programma del Pd serio e concreto"

"Trovo positivo che gli 80 euro vadano alle famiglie con figli: oggi c'è un problema sia di demografia che di sostegno alla preparazione dei ragazzi. Trovo che sia una programma serio". Così il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, a margine della presentazione a Roma della lista +Europa, commenta il programma del Pd presentato a Bologna da Matteo Renzi

Sabato, Febbraio 3, 2018 - 11:45

Braccialetti Amazon, Calenda: "Colpa del Jobs Act? E' una gloriosa fesseria"

"E' un brevetto che dà degli impulsi ciechi sul corpo del lavoratore e questo è mortificante per la dignità del dipendente". Così il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, a margine della presentazione a Roma della lista +Europa, commenta il brevetto Amazon che prevede l'utilizzo di braccialetti elettronici a distanza per monitorare l'attività dei lavoratori. Colpa del Jobs Act? "E' una gloriosa fesseria", ha dichiarato Calenda

Pagine