Calenda

Pagina 1 di 5
Giovedì, Aprile 26, 2018 - 11:45

Governo, Calenda: “Spero che quello di Renzi fosse un Divertismo”

“Non ho fatto un sondaggio. Immagino, spero che quello di Renzi fosse un “Divertismo”. La linea del Pd viene espressa negli organi. Ognuno ha il diritto di dire quello che pensa. Io l’ho detto chiaramente, sono contrario a una alleanza politica con i Cinquestelle. L’unica soluzione è fare un governo istituzionale di transizione”, così il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, sul governo

Lunedì, Aprile 16, 2018 - 17:15

Calenda: “Governo di transizione con tutti”

Nella settimana in cui il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, dovrebbe sciogliere i dubbi e concedere un mandato esplorativo per la formazione del nuovo governo, i partiti proseguono sulla via dei veti incrociati. La proposta del ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda di formare un governo di transizione che coinvolga tutti i partiti è stata bocciata da Matteo Salvini. “Mai un governo col Pd”, tuona il leader della Lega. “Mai un governo con chi ha approvato la Fornero o vuole gli immigrati”. Salvini ha criticato anche il capo dei Cinque Stelle Luigi Di Maio, che ha definito “un danno” per il Paese il Centrodestra unito. “Quello che Di Maio giudica un danno, è quello che gli elettori hanno premiato col voto il 4 marzo. Chiedo rispetto per gli elettori”, dice Salvini.

Mercoledì, Aprile 11, 2018 - 19:30

Calenda: "Nessuno vuole un governo Lega-5Stelle"

"Nessuno si augura un goverlo Lega-5Stelle ma questo non vuol dire che dobbiamo prendere una posizione diversa rispetto a quella che ci hanno assegnato gli elettori". Lo ha detto Carlo Calenda, ministro dello Sviluppo economico uscente, rispondendo alle domande dei cronisti sulla possibilità di dialogo del Pd - partito di cui fa parte da poco - con Lega e M5S. "Le nostre posizioni sono diametralmente opposte rispetto alle loro. La mia posizione su questo è sempre stata chiara" ha concluso Calenda.

Domenica, Marzo 18, 2018 - 10:30

Calenda: "Sconfitta Pd è figlia della crisi dell'Occidente"

La sconfitta del Partito democratico alle elezioni è figlia della crisi dell'Occidente e delle paure diffuse. Lo sostiene il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, che poi elogia gli ultimi due esecutivi: "I governi Renzi e Gentiloni tra i migliori della storia Italiana". Calenda appoggia anche la scelta del Pd di non sostenere un governo Cinque Stelle. Intanto continuano le trattative per la presidenza delle Camere. "Considereremo inaccettabili le proposte di candidati che siano condannati o sotto processo. È importante dialogare con tutti per individuare figure di garanzia", avverte il candidato premier pentastellato Di Maio

Sabato, Marzo 17, 2018 - 15:00

Calenda: "Analizzare la sconfitta? Il Pd ha passato gli ultimi 30 anni a psicanalizzarsi"

"Cuperlo dice che al Pd serve uno psicologo per ragionare sulla sconfitta? Il Partito democratico ha passato gli ultimi 30 anni a psicanalizzarsi", dice il ministro allo Sviluppo economico Calenda rispondendo ai giornalisti a margine dell'assemblea di Sinistradem a Roma. E sul futuro governo sottolinea: "Vedo molte più vicinanze tra M5S e Lega che tra M5S e Pd. Quello del M5S penso sia un progetto che si fonda sulla fuga dalla realtà e dalla responsabilità e non ha nulla a che fare con il Pd. Non possiamo starci insieme in un governo politico"

Sabato, Marzo 17, 2018 - 13:45

Governo, Calenda: "Progetto M5S si fonda sulla fuga dalla realtà e dalla responsabilità"

"Vedo molte più vicinanze tra M5S e Lega che tra M5S e Pd. Quello del M5S penso sia un progetto che si fonda sulla fuga dalla realtà e dalla responsabilità e non ha nulla a che fare con il Pd. Non possiamo starci insieme in un governo politico". Lo ha detto il ministro Carlo Calenda a margine del convegno in corso nella sede del Pd, a Roma. "Se poi il presidente della Repubblica ci chiedesse uno sforzo per un governo con tutti questo è un'altra questione"

Lunedì, Marzo 12, 2018 - 23:15

Calenda scherza: "Seguirò disciplina di partito per voi sarò noioso"

"D'ora in poi mi dovrò attenere alla disciplina di partito, quindi sarò noiosissimo...". Così il ministro dello sviluppo economico uscente e neoiscritto dem Carlo Calenda ha scherzato coi cronisti all'uscita della direzione del Pd

Sabato, Marzo 10, 2018 - 11:00

M5s, Di Maio: "Andiamo al governo, si deve per forza passare da noi"

Continuano la gradi manovre post voto. "Andiamo al governo, devono per forza passare da noi", ripete il leader del Movimento 5 Stelle. Luigi Di Maio, che annuncia l'investitura di Giulia Grillo a capogruppo alla Camera e di Danilo Toninelli al Senato. In casa Lega Matteo Salvini ribadisce: "Non faremo accordi partitici". Poi avverte: "O il governo può governare o la parola torna agli italiani". Ancora tensioni nel Pd. È sfida per la leadership tra Zingaretti e Delrio mentre il ministro Calenda, appena iscritto al partito, avverte: "Basta autoflagellazione o alle prossime elezioni ci troveremo a scegliere tra M5s e Lega"

Venerdì, Marzo 9, 2018 - 21:30

Pd, Calenda mostra la tessera: "Nessuna alleanza con M5S"

"Non straccerò la tessera, perché il Partito democratico non farà un'alleanza con il Movimento Cinque Stelle". Lo ha dichiarato il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, dopo un incontro coi i militanti dem nella sede Pd di via dei Cappellari, a Roma. "Sono anche molto fiero che ci sia la firma di Matteo Renzi", ha aggiunto Calenda mostrando ai cronisti la tessera del Pd. "Non c'è bisogno di dire che siamo all'opposizione. C'è bisogno di dire che ci siamo presentati con una proposta alternativa ai Cinque Stelle e tanto più alla Lega e che, pertanto, con questi due movimenti non possiamo fare un governo", ha quindi sottolineato il ministro

Martedì, Febbraio 20, 2018 - 12:45

Embraco, dipendente s'incatena ai cancelli della fabbrica: "Chiedo aiuto a Calenda"

Daniele Simoni, da 25 anni operaio di Embraco nell'azienda di Riva presso Chieri, si è incatenato ai cancelli della fabbrica in segno di protesta contro gli imminenti licenziamenti e lo spostamento della produzione in Slovacchia. "Mi sono fatto legare per dimostrare che non molliamo fino alla fine dei 75 giorni. Chiedo aiuto al ministro Calenda di aiutarci fino in fondo e di non mollare come non stiamo mollando noi", ha dichiarato Simoni. Intanto il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda, è a Bruxelles per un incontro con la Commissaria europea per la concorrenza Margrethe Vestagher.

Pagine