Caltanissetta

Pagina 1 di 3
Giovedì, Aprile 26, 2018 - 10:30

Mafia: ripresi mentre provano le armi, 10 arresti a Gela

Blitz della polizia di Stato di Caltanissetta contro il clan Rinzivillo, dell’organizzazione Cosa Nostra gelese. Dieci le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state eseguite nella prime ore della mattina dalla squadra mobile. Gli arrestati sono responsabili a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata alla detenzione, traffico e spaccio di stupefacenti e all’alterazione - rendendo idonee allo sparo armi giocattolo o a salve – alla vendita, cessione di armi comuni da sparo, con l’aggravante di avere commesso i fatti al fine di agevolare l’associazione mafiosa operante a Gela e sul resto del territorio siciliano

Giovedì, Aprile 26, 2018 - 10:30

Mafia, blitz contro clan Rinzavillo: le immagini degli arresti

Blitz della polizia di Stato di Caltanissetta contro il clan Rinzivillo, dell'organizzazione Cosa Nostra gelese. Dieci le ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state eseguite nella prime ore della mattina di giovedì dalla squadra mobile di Caltanissetta. Nelle immagini gli arrestati mentre escono dalla questura, responsabili a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata alla detenzione, traffico e spaccio di stupefacenti ed all'alterazione - rendendo idonee allo sparo armi giocattolo o a salve - alla vendita, cessione di armi comuni da sparo, con l'aggravante di avere commesso i fatti al fine di agevolare l'associazione mafiosa operante a Gela e sul resto del territorio siciliano

Mercoledì, Aprile 18, 2018 - 07:15

Superenalotto, centrato un "6" da 130 milioni

Vincita record al Superenalotto. Ieri sera, in una ricevitoria di Caltanissetta, è stato centrato un “sei” da oltre 130 milioni di euro. Si tratta della quinta maggior vincita di sempre al gioco della Sisal e della più alta mai realizzata in Sicilia. La stessa giocata ha realizzato anche un 5 e un 4. La vincita, puntata in una ricevitoria di via Vitaliano Brancati, è stata centrata tramite una schedina da due euro. Alla prossima estrazione il jackpot a disposizione del "6" sarà di 24 milioni di euro.

Domenica, Novembre 5, 2017 - 12:45

Regionali Sicilia: Cancelleri alle urne

Giancarlo Cancelleri, candidato alla presidenza della Sicilia per il Movimento Cinque Stelle, ha votato nel seggio dell'Istituto Tecnico Commerciale Geometri, in via Turati a Caltanissetta. Accompagnato dalla moglie Cancelleri ha salutato scrutatori e presidente del seggio, prima di compilare la sua scheda.

Mercoledì, Dicembre 14, 2016 - 11:00

Caltanissetta: calci e pugni a due passanti, arrestati due malviventi

Una violenza inaudita e gratuita quella ripresa dalle telecamere di sicurezza che hanno permesso alla polizia di Caltanissetta di arrestare due noti pregiudicati nisseni per rapina aggravata e aggressione nei confronti di due persone disabili. Le vittime, di 56 e 65 anni, sono state picchiate selvaggiamente la notte del 9 ottobre scorso. Unica loro colpa quella di aver incrociato per strada i due malviventi. Al primo signore, ben conosciuto per la sua infermità, hanno portato via ben 480 euro, dopo averlo colpito con calci e pugni, anche dopo aver compiuto la rapina. La stessa notte, poco dopo, la stessa sorte è toccata all'altro signore disabile, aggredito e picchiato, senza alcun motivo, dopo aver salutato i due criminali incontrati per caso.

Mercoledì 16 Novembre 2016 - 14:30

Renzi: Nel 2017 decontribuzionale totale per chi assume al Sud

Il premier da Caltanissetta conferma: "Il 22 dicembre inauguriamo Salerno-Reggio Calabria"

Mercoledì, Giugno 22, 2016 - 10:45

Mafia, estorsioni e spaccio: 16 misure cautelari a Caltanissetta

In collaborazione con il Commissariato di P.S. di Gela e l´ausilio delle Squadre Mobili di Catania, Palermo, Parma, Torino e di pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Palermo, la Polizia di Stato di Caltanissetta ha eguito16 misure cautelari (una custodia in carcere, 9 arresti domiciliari e 6 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria) nei confronti di altrettanti soggetti che avevano riorganizzato il clan di Cosa nostra Emmanuello, dedito alle estorsioni e al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. La droga veniva reperita sul mercato catanese e soprattutto palermitano. L'associazione aveva a disposizione armi, anche modificate, che utilizzava per compiere atti intimidatori. A capo dell´associazione c´era il 32enne gelese Gianluca Pellegrino.

Pagine