crescita

Pagina 1 di 20
Martedì, Luglio 3, 2018 - 13:30

Tria: "Economia cresce ma rimaniamo un punto sotto media Ue"

"Le condizioni di salute dell'economia italiana sono buone. L'economia, seppur a ritmi non soddisfacenti perché rimaniamo di un punto sotto la media europea, presenta tassi di crescita positivi". Così il ministro dell'Economia Giovanni Tria in audizione davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato riunite a Montecitorio. "Gli ultimi dati del mercato del lavoro - aggiunge - sono positivi per l'occupazione, ma aspettiamo i dati sulle ore lavorate che sono quelli che contano sia per consentirci di valutare la crescita del Pil sia l'inclusione vera degli occupati".

Mercoledì, Maggio 30, 2018 - 13:45

Lotito: “La Lazio avrà sempre un progetto di crescita”

“Mi sento di garantire che la Lazio avrà sempre un progetto di crescita. E che nel momento in cui dovesse andare via un giocatore verrà sostituito con un giocatore altrettanto forte. Non mancano i giocatori. Abbiamo la voglia di dare delle grandi soddisfazioni ai nostri tifosi. Uniti si vince”. Così il presidente della Lazio Claudio Lotito sul mercato della società biancoceleste.

Mercoledì, Maggio 9, 2018 - 17:15

Bankitalia e Istat: "Crescita italiana a rischio"

Istat e Bankitalia d'accordo nel mettere in guardia la nostra economia dai rischi di un rallentamento inatteso. Per il 2018 via Nazionale prevede una crescita dell'1,4% che nel 2019 e 2020 si ridurrà all'1,2%: una flessione dovuta anche alle tensioni commerciali internazionali innescate dai dazi americani. Incertezze, sempre secondo Bankitalia, che potrebbero scoraggiare investimenti e consumi. Anche l'Istat prevede un impatto negativo per i dazi degli Stati Uniti: il calo di export e import potrebbero far diminuire il Pil dello 0,3% rispetto allo scenario base

Mercoledì, Aprile 18, 2018 - 07:15

Fmi, accelera la crescita dell'Italia

Il Fondo monetario internazionale vede una piccola accelerazione del Pil italiano e stima una crescita dell'1,5% nel 2018 e dell'1,1% nel 2019, ritoccando la previsione di quest'anno in leggero rialzo di 0,1 punti percentuali rispetto a gennaio. Lo si legge nel nuovo World Economic Outlook del Fmi. L'Italia resta però fanalino di coda dell'area Euro, che sperimenta tassi di crescita più alti. La Germania cresce infatti quest'anno del 2,5%, la Francia del 2,1% e la Spagna del 2,8%. Se si esclude il Giappone, l'economia italiana è anche quella che cresce meno tra i Paesi del G7.

Venerdì, Aprile 6, 2018 - 19:15

Istat: "Prosegue crescita, ma lieve frenata"

Il futuro dell'economia italiana "registra una lieve flessione rimanendo comunque su livelli elevati che suggeriscono il proseguimento della fase di crescita dell'economia". Così i dati dell’indicatore anticipatore dell'Istat: si registrano "lievi segnali di decelerazione", anche se "migliorano i consumi e il potere di acquisto". L'Istat evidenzia ancora che la fiducia delle famiglie rimane "elevata" mentre quella delle imprese manifatturiere "manifesta alcuni segnali di peggioramento". Secondo quanto riferito dall'Istat, "la diminuzione del tasso di disoccupazione italiano procede con una velocità più contenuta rispetto a quella registrata nei paesi dell'area euro arrivando a meno 0,6 punti percentuali rispetto a un anno fa.

Mercoledì, Febbraio 7, 2018 - 19:15

L'Ue alza le stime sull'Italia: Pil a +1,15%

L'Ue alza le stime sull'Italia: crescita 2017 invariata al +1,5%, ma per quest'anno il Pil viene rivisto leggermente al rialzo: dall'1,3% previsto a novembre si sale all'1,5%. Sono le stime della Commissione europea nelle previsioni economiche intermedie che sottolinea però come le prospettive di crescita restino moderate. "Sebbene la ripresa in Italia sta diventando più autosostenuta, le prospettive di crescita restano moderate, dato il limitato potenziale di crescita dell'economia italiana", si legge nel documento rilasciato dalla Commissione europea

Venerdì, Gennaio 19, 2018 - 22:30

Bankitalia conferma: "Il Pil è in crescita"

Da Bankitalia arriva la conferma: la crescita in Italia c'è. Nel bollettino economico si segnala una crescita dell'1,5% nel 2017 e dell'1,4% del Pil che dovrebbe rallentare a un +1,2 nel 2019/20. L'attività economica "sarebbe trainata - secondo Bankitalia - principalmente dalla domanda interna. Nel quarto trimestre dello scorso anno il Pil "sarebbe cresciuto attorno allo 0,4%. Sul fronte dei prezzi, invece, l'inflazione scenderebbe temporaneamente quest'anno per poi tornare a salire in maniera graduale

Martedì, Novembre 14, 2017 - 18:45

Istat: la crescita accelera ancora

La crescita italiana accelera ancora. L'Istat certifica che il nostro prodotto interno lordo, per il terzo trimestre dell'anno, è cresciuto dello 0,5% rispetto al precedente e di un +1,8 rispetto al 2016. Una previsione superiore a quella dello stesso governo, che si attestava a un +1,5%. Soddisfatto il premier Paolo Gentiloni: "Il sistema italiano si è messo in moto. Dobbiamo andare avanti ancora e accelerare se possibile. Il governo farà la sua parte". Nello stesso periodo il Pil è aumentato in termini congiunturali dello 0,7% negli Stati Uniti, dello 0,5% in Francia e dello 0,4% nel Regno Unito.

Venerdì, Novembre 10, 2017 - 09:45

UE: crescita migliore del decennio, Italia sulla buona strada

La Commissione europea prevede che l'economia dell'Eurozona stia crescendo con il ritmo più veloce in un decennio, con una crescita attesa del prodotto interno lordo (PIL) del 2,2 percento. L'Italia "è sulla buona strada" ma il paese deve "continuare gli sforzi per risanare e rafforzare le strutture economiche" ha detto Pierre Moscovici, il commissario agli Affari economici e finanziari dell'Unione europea. Buone notizie anche sul fronte disoccupazione nell'area euro il tasso continuerà a diminuire, con percentuali previste rispettivamente del 9,1 - 8,5 e 7,9 per cento nel triennio 2017- 2019.

Martedì, Ottobre 10, 2017 - 23:45

L'Fmi promuove l'Italia

Il Fondo Monetario Internazionale dà credito all'Italia e alza la prospettiva di crescita del nostro Paese al +1,5% per quest'anno. Migliorato dunque il +1,3% previsto alla fine del luglio scorso. Disoccupazione attesa in calo, ma non scenderà sotto l'11% almeno fino al 2018. A livello globale, la crescita dovrebbe salire dal +3,2% dell'anno scorso al 3,6% di quest'anno e al 3,7% del prossimo. Al termine dell'Ecofin il ministro Padoan annuncia che l'Italia ha chiesto un "aggiustamento strutturale dello 0,3%, e che la Commissione europea non ha obiettato".

Pagine