grillo

Pagina 1 di 63
Domenica, Aprile 8, 2018 - 18:00

Grigliata M5S, Grillo ai giornalisti: "Siete come Gianni e Pinotto"

"Non vi rendete conto che ormai siete come Gianni e Pinotto?": così il fondatore del M5S Beppe Grillo, uscendo dalla villa di Davide Casaleggio a Settimo Vittone (TO), dov'era in corso una grigliata tra i politici pentastellati, ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano se il governo M5S si farà. "Rilassatevi un po' - ha aggiunto - succederà una cosa meravigliosa, questo è un paese straordinario". Prima di andar via, già dentro l'automobile, ha dichiarato a una giornalista: "Siamo in buonissime mani, Luigi (Di Maio, ndr) si sta comportando benissimo". Anche Di Maio era presente alla grigliata, ma è andato via senza rilasciare dichiarazioni.

Lunedì, Marzo 26, 2018 - 08:00

Lega e M5S si avvicinano, Grillo: "Salvini? Quando dice una cosa la mantiene"

Si continuano ad avvicinare Lega e Movimento 5 stelle in vista di un possibile accordo di governo. L'ultima apertura è stata del fondatore pentastellato Beppe Grillo che ha espresso parole di elogio nei confronti del leader del Carroccio. "Salvini è uno che quando dice una cosa la mantiene, il che è una cosa rara", ha detto Grillo anche se non si è voluto sbilanciare sulla fiducia a un eventuale governo con il leghista. "Abbiamo sempre detto che la partita sulle presidenze delle Camere è slegata da quella del governo", aveva chiarito in precedenza il candidato premier del Movimento Di Maio mentre Salvini ha messo in chiaro le cose. "Nel rispetto di tutti, il prossimo Premier non potrà che essere indicato dal centrodestra".

Lunedì, Marzo 19, 2018 - 11:15

Grillo: “Non ci sarà l’epoca degli inciuci”

"È finita l'epoca dei Vaffa ma non ci sarà quella degli inciuci", torna a ribadire Beppe Grillo che, intervistato da Repubblica, evita le domande sulle possibili alleanze perché "c'è un leader del Movimento" al quale rivolgerle. Poi dà il suo benestare a intese di governo: "Siamo un po' democristiani, possiamo adattarci a qualsiasi cosa", dice il fondatore dei 5 Stelle che chiarisce: "Governare è affrontare il futuro con chi condivide una visione, non spartirsi le poltrone". Luigi Di Maio, intanto, ha fretta di chiudere il discorso presidenza delle Camere. Montecitorio al Movimento 5 Stelle e Palazzo Madama alla Lega, è quanto vorrebbe il capo politico pentastellato

Venerdì, Marzo 16, 2018 - 20:00

Grillo sei volte più ricco, Renzi come Di Maio

Resi noti on line i redditi di parlamentari, membri del governo e leader di partito. Matteo Renzi nel 2017 dichiara 107.100 euro, in leggero aumento rispetto all'anno precedente. Balzo in avanti per Grillo che presenta numeri sei volte superiori all'anno precedente con oltre 400mila euro. Stabile per il terzo anno consecutivo Di Maio a quota 98.471 euro. Reddito leggermente più alto per la leader di FdI, Giorgia Meloni. Tra i ministri il più ricco è Valeria Fedeli, titolare dell'Istruzione. La più 'povera' è la collega della Salute Beatrice Lorenzin

Giovedì, Marzo 15, 2018 - 17:15

Presidenza Camera e Senato, Grillo e Toninelli: "Apertura anche dal Pd e Lega"

I due capigruppo del Movimento 5 Stelle, Giulia Grillo e Danilo Toninelli, hanno fatto il punto della situazione dopo le consultazioni informali con gli altri partiti sulle presidenze di Senato e Camera. Secondo quanto dichiarato dai due "è stata un'apertura da parte del Pd e della Lega". Aperture che come ha chiarito Toninelli "sono state fatte sul metodo ma non sui nomi"

Martedì, Marzo 6, 2018 - 17:45

M5S, Grillo: "È Di Maio il capo politico"

Sarà Luigi Di Maio a decidere con chi dovrà dialogare il Movimento Cinque Stelle per riuscire a ottenere l'incarico di governo. “È lui il capo politico”, ha detto il fondatore dei pentastellati Beppe Grillo. Tra gli osservatori politici, sono in molti a ritenere che il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, non potrà negare a Di Maio il primo mandato esplorativo con cui trovare possibili intese di governo. Il Movimento è il primo partito anche per numero di seggi in Parlamento. Saranno 221 i deputati alla Camera, 112 al Senato. Intanto nel Pd cresce la fronda, guidata da Michele Emiliano, di quanti vorrebbero l’intesa di governo con i Cinque Stelle.

Lunedì, Marzo 5, 2018 - 20:45

Grillo commenta il discorso di Renzi: "Mi dispiace un po'"

Beppe Grillo ha lasciato l'hotel Parco dei Principi di Roma, sede del comitato del Movimento 5 Stelle, al fianco del candidato premier Luigi Di Maio e Roberto Fico. Interrogato sulle parole di Matteo Renzi, secondo cui il Pd non sarà la stampella di nessuno, Grillo ha commentato: "Mi dispiace un po'"

Domenica, Marzo 4, 2018 - 20:00

Elezioni, Grillo in auto con "Walk on the wild side" dimentica la figlia al seggio

Beppe Grillo ha votato nel primo pomeriggio nel seggio di Sant'Ilario a Genova, ma per la fretta si dimentica della figlia. Questa è solo una delle piccole gag del fondatore del Movimento 5 stelle che andando via con la macchina, ha mostrato ai fotografi e ai reporter il pass col simbolo del M5s e la scritta 'L'Elevato'. Ad accompagnarlo in sottofondo l'autoradio che trasmetteva a tutto volume la canzone 'Walk on the wild side' di Lou Reed

Venerdì, Marzo 2, 2018 - 22:30

Grillo: "Finito il tempo del vaffa, ci teniamo un vaffino"

Beppe Grillo ha chiuso la manifestazione elettorale del Movimento 5 stelle in piazza del Popolo a Roma. "Hanno detto che il periodo del vaffa è finito: può darsi che sia finito il nostro diritto al grido, abbiamo gridato quando c’era quel silenzio ed era giusto, abbiamo fatto una rivoluzione ma il vaffa rimarrà, magari non tutto, un vaffino", ha detto Grillo che ha poi lanciato una stoccata agli oppositori: "Siamo riusciti ad azzerare tutti gli altri partiti che si sono sciolti come diarrea nausante"

Giovedì, Marzo 1, 2018 - 13:30

M5S, Grillo: "E' finita l'era del Vaffa"

Un intervento lungo più di 8 minuti incentrato sulla percezione della realtà: Beppe Grillo posta un video sul suo blog e dichiara finita un'epoca, dieci anni dopo il V Day. "Forse è finita l'epoca del "vaffa". Fate in fretta a formare un governo perché sto impazzendo", dichiara il garante del Movimento.

Pagine