Istat

Pagina 1 di 75
Venerdì 05 Gennaio 2018 - 10:45

Istat: cala la pressione fiscale, crescono reddito e inflazione

Dati positivi nel terzo trimestre 2017. Scende anche il deficit nazionale. Movimenti ancora piccoli ma significativi

Martedì, Dicembre 19, 2017 - 00:00

Istat: crescono le esportazioni

Le esportazioni a ottobre sono cresciute dello 0,5% rispetto a settembre, segnando una crescita su anno dell'11,3%. Lo rileva l'Istat, spiegando che l'incremento mensile dell'Export è la sintesi dell'aumento delle vendite sia verso i mercati europei, sia della flessione nell'area extra Unione europea. Su base annua l'aumento dell'import, determinato dall'espansione degli acquisti da entrambe le aree di sbocco con un +11,7% per l'area Ue e +8,4% per l'area extra Ue, risulta quindi più contenuto.

Giovedì, Dicembre 7, 2017 - 18:00

Istat: è record dei contratti a termine

Continua il boom degli occupati a termine in Italia, al massimo dal 1992, come certifica l'Istat: nel terzo trimestre del 2017 erano 2 milioni 784mila. Stabile il tasso di disoccupazione all'11,2%, lo stesso del trimestre precedente. A confronto con l'intero 2016, invece, la disoccupazione cala di 0,4 punti percentuali. Nel complesso, il mercato del lavoro italiano monitorato dall'Istat presenta "un quadro di crescita dell'occupazione e diminuzione dell'inattività".

Mercoledì, Dicembre 6, 2017 - 23:00

Istat, 18 milioni di italiani a rischio povertà

18 milioni di italiani, 1 su 3, sono ancora a rischio povertà. Lo certifica l'Istat secondo cui le persone in difficoltà, nel 2016, superavano di 5.255.000 unità gli obiettivi prefissati dalla Strategia Europa 2020, il programma comunitario per la crescita e l'occupazione. C'è un peggioramento rispetto al 2015: la percentuale è passata infatti dal 28,7 al 30%. Sale però il reddito medio delle famiglie italiane, che si attesta appena sotto i 30mila euro. Ma a beneficiarne sono solo i più ricchi.

Giovedì, Novembre 30, 2017 - 19:15

Istat, cala la disoccupazione giovanile

A ottobre il tasso di disoccupazione dei giovani dai 15 ai 24 anni, è al 34,7%, in calo di 0,7 punti percentuali rispetto al mese precedente. Lo rileva l'Istat che parla di un tasso globale che si attesta all'11,1%, invariato rispetto a settembre. La stima delle persone in cerca di occupazione a ottobre diminuisce ancora lievemente di 0,1 punti percentuali a 2,87 milioni di persone. Si tratta del terzo lieve calo mensile consecutivo. Aumentano però gli inattivi, ossia le persone che non hanno un'occupazione e che non cercano lavoro: il tasso di inattività cresce di 0,2 punti.

Martedì, Novembre 14, 2017 - 18:45

Istat: la crescita accelera ancora

La crescita italiana accelera ancora. L'Istat certifica che il nostro prodotto interno lordo, per il terzo trimestre dell'anno, è cresciuto dello 0,5% rispetto al precedente e di un +1,8 rispetto al 2016. Una previsione superiore a quella dello stesso governo, che si attestava a un +1,5%. Soddisfatto il premier Paolo Gentiloni: "Il sistema italiano si è messo in moto. Dobbiamo andare avanti ancora e accelerare se possibile. Il governo farà la sua parte". Nello stesso periodo il Pil è aumentato in termini congiunturali dello 0,7% negli Stati Uniti, dello 0,5% in Francia e dello 0,4% nel Regno Unito.

Martedì 14 Novembre 2017 - 11:00

Istat: il Pil va meglio del previsto: più 1,8% sul 2016. Esulta Gentiloni

Il dato del terzo trimestre 2017 superiore agli auspici dei tecnici. Il premier: "Merito di famiglie, lavoratori e imprese"

Martedì, Ottobre 31, 2017 - 19:15

Istat, disoccupazione stabile all'11%

(LaPresse) Tasso di disoccupazione invariato all'11,1% a settembre rispetto al mese precedente. Lo riferisce l'Istat che precisa: "Dopo il calo dell'1,5% di agosto, la stima delle persone in cerca di occupazione a settembre scende ancora dello 0,2%". Risale la disoccupazione giovanile (tra i 15 e 24 anni) fino al 35,7%, con un aumento di 0,6 punti percentuali su base mensile. Per quanto riguarda il mercato del lavoro, sono in calo i posti fissi: -17mila lavoratori dipendenti a settembre, in particolare quelli permanenti; un dato che interrompe l'andamento positivo registrato dall'inizio dell'anno.

Martedì, Ottobre 24, 2017 - 19:30

Istat: cresce l'aspettativa di vita

Calano i decessi e sale l’aspettativa di vita in Italia nel 2016, secondo i dati dell'Istat che parlano di 32mila morti in meno. A 65 anni l'aspettativa di vita arriva a 20,7 anni, allungandosi di cinque mesi rispetto a quella registrata nel 2013. Sulla base delle regole attuali quindi l'età per la pensione di vecchiaia dovrebbe arrivare a 67 anni nel 2019. Un'eventualità che manda in fibrillazione i sindacati che chiedono "il blocco dell'adeguamento all'aspettativa di vita e l'avvio del confronto per una modifica dell'attuale meccanismo".

Sabato, Ottobre 21, 2017 - 10:15

Istat, l'Italia non è più un Paese per giovani

Negli anni Cinquanta l'Italia era uno dei paesi europei più giovani. Oggi, tra quelli più vecchi. A certificarlo anche l'Istat. Secondo il report "Sessant'anni di Europa", infatti, il baricentro della popolazione italiana si è spostato di oltre 15 anni. Così, "se nel 1957 la metà della popolazione italiana aveva meno di 31 anni, ora ne ha più di 45", si legge nell'indagine. Lo stesso fenomeno si registra anche per gli altri Stati dell'Unione europea, ma con "un'intensità minore". Si alza inoltre lʼetà del parto: lʼetà media si attesta sui 32 anni, contro i 30,9 dellʼUnione europea nel suo complesso

Pagine