Messico

Pagina 1 di 46
Domenica, Giugno 24, 2018 - 10:15

Migranti dal Messico, Trump conferma la linea dura

Gli Stati Uniti rischiano di essere "invasi" dagli immigrati se saranno "deboli" e non attueranno una dura politica di respingimento sul confine con il Messico. Ne è convinto il presidente americano Donald Trump. "Se oggi dicessi vogliamo che tutti entrino, milioni e milioni di persone si riverserebbero nel nostro Paese", ha dichiarato il capo della Casa Bianca. Intanto una decina di Stati americani - tra i quali la California e il New Jersey - hanno deciso di intentare una causa all'Amministrazione Trump per la sua politica migratoria di "tolleranza zero" che ha portato alle separazioni di bambini dai genitori migranti, fermati per essere entrati illegalmente negli Stati Uniti dal Messico.

Domenica, Maggio 27, 2018 - 19:30

Messico, 6 donne rapite e uccise da banda armata

Sono stati ritrovati i corpi delle sei donne rapite venerdì da un gruppo di uomini armati in un'azienda alimentare nello Stato di Tamaulipas, in Messico, vicino al confine con gli Stati Uniti. Secondo il portavoce della sicurezza dello Stato i corpi portavano i segni di violenze e dei colpi di arma da fuoco con i quali sono state uccise. Il sospetto è che gli omicidi siano legati al narcotraffico. Dal dicembre 2006, quando è stata lanciata un'offensiva militare federale contro i trafficanti, in Messico sono state assassinate oltre 200.000 persone.

Lunedì, Aprile 30, 2018 - 08:45

Messico-Usa, 200 migranti aspettano di poter varcare il confine

Circa 200 migranti provenienti da vari paesi del Centroamerica (soprattutto El Salvador e Honduras) si trovano al confine tra Stati Uniti e Messico, nel posto di frontiera di San Isidro, tra Tijuana e San Diego: qui aspettano di poter entrare nel territorio americano dove chiederanno l’asilo politico. Le autorità statunitensi hanno dichiarato che la frontiera ha raggiunto il massimo della capienza. I migranti, però, dopo un viaggio lungo un mese, compiuto alternando percorsi a piedi con viaggi in bus o in treni merci, non hanno alcuna intenzione di demordere e sono determinati a rimanere lì fino a quando la loro richiesta di asilo non sarà presa in considerazione. "Non siamo criminali, siamo madri padri e bambini che sono il nuovo futuro. Vi supplichiamo di ascoltarci", ha commentato davanti alle videocamere dei giornalisti una donna che teneva in braccio un bambino.

Domenica, Aprile 29, 2018 - 20:00

Fiocco rosa in Messico: ecco due nuovi cuccioli di giaguaro

Due cuccioli di giaguaro nati cinque settimane fa sono le nuove stelle del parco naturale Animal Kingdom a San Juan Teotihuacan, fuori Città del Messico. Si tratta di una coppia di femmine, a cui però non è stato ancora dato un nome. I funzionari del parco hanno dovuto separarle dai loro genitori a soli 18 giorni, a causa di una piccola malformazione della cute che ha colpito una delle due cucciole.Tornante in salute, le due non possono essere restituite alla madre, che potrebbe anche ucciderle fiutando l'odore umano, perciò vengono accudite dai custodi del centro mentre giocano e si divertono con i fan accorsi al parco per ammirarle.

Sabato, Aprile 28, 2018 - 19:15

Il Messico ha due nuove stelle: nati due cuccioli di giaguaro

Nati in Messico due cuccioli di giaguaro. Sono femmine e si divertono a giocare con gli addetti del parco naturale di San Juan Teotihuacan che si prendono cura di loro. I piccoli erano stati separati dai genitori 18 giorni dopo la nascita per essere curati.

Giovedì, Aprile 5, 2018 - 07:30

Trump schiera la Guardia Nazionale al confine col Messico

Il presidente americano Donald Trump ha ordinato al personale della Guardia Nazionale di schierarsi alla frontiera sud con il Messico per rafforzarne la sicurezza ed evitare l'ingresso di migranti non autorizzati. A confermare la decisione di Trump è stata la segretaria per la Sicurezza Interna Kirstjen Nielsen: " Il Dipartimento della Difesa e il Dipartimento della Sicurezza Nazionale sono stati incaricati di collaborare con i nostri governatori per schierare la Guardia Nazionale sul nostro confine sudoccidentale. La minaccia è reale, e questo è il momento di agire".

Domenica, Febbraio 25, 2018 - 11:15

Messico, i tre italiani scomparsi 'venduti' a banda di criminali

Svolta nelle indagini per la scomparsa di Vincenzo Cimmino, Raffaele e Antonio Russo nello stato di Jalisco, nel Messico occidentale. Dei tre non si hanno notizie da fine gennaio. Quattro poliziotti - 3 uomini e una donna - sono stati arrestati con l'accusa di aver venduto gli italiani a una banda di criminali. I quattro agenti che fanno parte del comando di Tecalitlán, ora rischiano una condanna tra 40 e 60 anni di carcere. Le autorità messicane hanno però assicurato che le ricerche dei tre italiani continuano.

Venerdì, Febbraio 23, 2018 - 12:00

Italiani spariti in Messico e "ceduti" ai narcos, tre poliziotti arrestati

Tre agenti della polizia messicana sono stati arrestati in relazione alla scomparsa di Vincenzo Cimmino, Raffaele e Antonio Russo, i tre cittadini italiani, originari di Napoli, spariti dallo scorso 31 gennaio da Tecalitlán, Jalisco. Sono sospettati di aver consegnato gli italiani a un gruppo armato. Un quarto rappresentante delle forze dell'ordine è ricercato. La zona è considerata un feudo di una delle organizzazioni criminali più potenti del Messico

Sabato, Febbraio 17, 2018 - 08:00

Messico, nuovo violento terremoto: le persone corrono in strada

Arrivano le prime immagini delle violente scosse di terremoto che hanno colpito il Messico, nella regione di Oaxaca, nel sudovest del paese. La terra ha cominciato a tremare nel pomeriggio del 16 febbraio (alle 00.39 ora italiana), con una prima scossa di magnitudo 7.2 e una seconda, dopo circa un’ora, di magnitudo 5.9. La prima scossa è stata avvertita anche nella capitale Mexico City (a 500 km di distanza dall’epicentro), da dove viene il video che pubblichiamo, e in Guatemala. Durante un sopralluogo in elicottero a bordo del quale viaggiavano il ministro dell’Interno e il governatore della regione di Oaxaca, il velivolo è precipitato, provocando la morte di due persone. Ministro e governatore sono vivi. Solo il 19 settembre scorso il Messico era stato colpito da un altro terremoto (di magnitudo 8), che aveva causato 369 morti, di cui 228 nella capitale

Lunedì, Gennaio 8, 2018 - 07:30

Messico, 11 morti per le violenze in strada

Almeno 11 morti per le sparatorie avvenute ad Acapulco, in Messico, dove l'esercito è intervenuto per fermare le violenze di un gruppo di vigilantes locali. Tutto è iniziato con l'arresto da parte dell'autoproclamatasi forza di polizia di un giovane messicano, colpevole di avere tenuto un comportamento "offensivo verso la morale". Da qui è seguito un conflitto a fuoco che ha coinvolto i civili, i vigilantes e l'esercito. La polizia regolare messicana ha arrestato almeno 30 persone.

Pagine