omicidio stradale

Pagina 1 di 1
Sabato 12 Agosto 2017 - 15:15

Ubriaco e al cellulare tampona e uccide giovane: arrestato VIDEO

La patente gli era già stata ritirata per guida in stato di ebbrezza. La pm ha chiesto la custodia cautelare in carcere

Giovedì 06 Luglio 2017 - 13:45

Omicidio stradale, oltre un caso al giorno nei primi 15 mesi

Da marzo 2016 a giugno 2017 sono stati 843 incidenti mortali

Giovedì, Luglio 6, 2017 - 13:00

Gli effetti della legge sull’omicidio stradale

(LaPresse) Per celebrare il 70° anniversario della fondazione della Polizia Stradale, si è tenuto alla  Scuola Superiore di Polizia di Roma il convegno “Gli effetti della legge sull’omicidio stradale a quindici mesi dalla sua entrata in vigore. Il contrasto alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti e psicotrope”, alla presenza del Capo della Polizia - Direttore Generale della Pubblica Sicurezza Franco Gabrielli. Esperti, magistrati, avvocati e Forze dell’Ordine fanno il punto sul primo semestre del 2017,  gli incidenti stradali mortali sono aumentati del 4.6% rispetto allo stesso periodo del 2016 (da 695 a 727). 38.936 controlli alcoltest (dei quali 2.088 risultati positivi anche alla verifica con etilometro), 2.753, verifiche sulla presenza di sostanze stupefacenti (675 risultate positive).

Mercoledì, Maggio 18, 2016 - 15:00

Omicidio stradale, convegno Università Pegaso e Consap: legge tra luci e ombre

Convegno, nella sede dell'università telematica Pegaso a Roma, sull'omicidio stradale, 'tra luci e ombre' della nuova legge. L'incontro è stato organizzato dalla segreteria provinciale Consap di Roma (Confederazione sindacale autonoma di polizia), in collaborazione con l'università telematica Pegaso. Al convegno partecipano, tra gli altri, il rettore Alessandro Bianchi, Sergio Dondolini, direttore generale sicurezza stradale del ministero Infrastrutture e trasporti, l'avvocato Gianmarco Cesari in rappresentanza dell'Associazione italiana familiari vittime della strada e il Giorgio Innocenzi, segretario generale della Consap. Un convegno che ha l'obiettivo di accendere i riflettori su una legge da tanto tempo invocata "che se da un lato ha colmato una evidente lacuna del nostro codice penale, introducendo una fattispecie di reato insufficientemente punita, dall'altro presenta molte incognite in via applicativa, anche alla luce di una giurisprudenza non ancora consolidatasi". Scopo del convegno è quello di chiarire se la legge, oltre a garantire un più elevato livello di giustizia, possa essere una valida risposta anche sul fronte della sicurezza stradale.

Mercoledì, Maggio 18, 2016 - 15:00

Omicidio stradale, Consap: Legge va modificata, ambulanze e polizia a rischio

"Quella sull'omicidio stradale è una legge importante che impone però una riflessione. C'era necessità di un inasprimento delle sanzioni per quanto riguarda la guida sotto effetto di droga o in stato di ubriachezza, tuttavia, visto anche l'iter complesso di formazione, non è la legge che ci si aspettava e va modificata". Così Giorgio Innocenzi, segretario generale Consap, al convegno sull'omicidio stradale organizzato con l'Università telematica Pegaso. "Questa legge equipara - spiega Innocenzi - chi è sotto effetto di stupefacenti a chi è sobrio, mettendo a rischio il principio di equità. Non solo, anche gli operatori di polizia rischiano sanzioni perché non sono previste scriminanti per chi agisce in soccorso, come ambulanze, vigili del fuoco o polizia".

Mercoledì, Marzo 9, 2016 - 15:30

Omicidio stradale, presidente Avisl: Ora la ricreazione è finit

"Siamo molto soddisfatti. Oggi è una giornata storica". Domenico Musicco, presidente dell'Associazione Vittime Incidenti Stradali, sente di aver finalmente "vinto una battaglia". A LaPresse racconta la sua storia dopo la firma "storica" del premier Matteo Renzi della legge sull'omicidio stradale. “E' una legge di civiltà che prevede pene molto severe per i criminali al volante e che finalmente porterà l'Italia all'avanguardia per le punizioni per questo tipo di reati che sono molto gravi – spiega Musicco - Fino ad ora c'era l'impunità. D'ora in poi è finita la ricreazione e ci saranno delle pene certe. E' un punto di partenza, non di arrivo. Abbiamo vinto una battaglia, non la guerra. C'è ancora molto da lottare per la prevenzione e per i risarcimenti adeguati per le vittime della strada. Comunque è un passo storico”. Cosa c'è da fare in termini di prevenzione e risarcimenti? “In termini di prevenzione mancano i controlli sui punti critici e i punti più pericolosi, manca l'educazione stradale nelle scuole, manca una politica di prevenzione su tutto il territorio. Per quanto riguarda i risarcimenti si parla da tanto del dimezzamento dei risarcimenti per gli incidenti, per le vittime della strada. Su questo noi vigileremo, faremo le barricate. Faremo una battaglia perché non si può togliere alle vittime dignità togliendo i risarcimenti che ci sono e che sono dovuti. Non bisogna fare un favore alle assicurazioni. Le battaglie da fare sono ancora molte”.

Mercoledì 09 Marzo 2016 - 15:00

Omicidio stradale, carcere e sanzioni: ecco cosa prevede la legge

Tutte le novità contenute nella legge approvata in via definitiva a Palazzo Madama

Mercoledì 09 Marzo 2016 - 12:00

Omicidio stradale, Renzi firma legge: Non vendetta ma giustizia

Il presidente del Consiglio: "La legge restituisce speranza nella politica"

Giovedì 03 Marzo 2016 - 07:00

Omicidio stradale, il Senato approva la fiducia al ddl

Determinante il ruolo dei senatori verdiniani, che hanno garantito il numero legale