Quantitative Easing

Pagina 1 di 1
Giovedì, Giugno 14, 2018 - 17:45

Draghi: "Da Gennaio stop al quantitative easing"

Il programma di acquisto di titoli di Stato da parte della Banca Centrale Europea, il cosiddetto Quantitative Easing, terminerà a partire dal prossimo gennaio. Il consiglio direttivo di oggi, riunito a Riga, ha deciso di ridurlo da 30 a 15 miliardi al mese da ottobre a dicembre, per poi portarlo a zero. I tassi d'interesse resteranno fermi ai minimi record almeno fino alla prossima estate. La decisione, come ha spiegato il governatore Mario Draghi, è arrivata dopo "un'attenta valutazione dei progressi fatti" la cui conclusione è stata che l'aggiustamento dell'inflazione verso l'obiettivo è "sostanziale".

Domenica, Aprile 15, 2018 - 10:30

Mutui, continua il "magic moment"

Mutui a tassi minimi per chi investe nel mattone grazie al Quantitative easing voluto da Mario Draghi della Bce. Lo conferma l'osservatorio Mutuionline che a marzo ha rilevato il valore del tasso medio sui prestiti a 20 e 30 anni all'1,92% per il tasso fisso (era 2,11% il mese di febbraio) e allo 0,85% per quello variabile (che era allo 0,89% nel mese di febbraio). Sale al 78,6% la richiesta per i mutui a tasso fisso contro il 76,0% dello scorso trimestre

Giovedì, Ottobre 26, 2017 - 21:15

Quantitative easing, Prodi: "Sono convinto che Bce manterrà tassi bassi"

"Sono sicuro che l'obiettivo di tenere i tassi bassi sarà mantenuto dalla Bce". Così l'ex premier Romano Prodi si è espresso sul taglio del quantitative easing a margine di un incontro al teatro Franco Parenti di Milano. Nessun commento invece sul Rosatellum: "Ormai ho un'età matura e devo evitare incidenti", ha detto Prodi.

Giovedì, Ottobre 26, 2017 - 19:15

La Bce dimezza il quantitative easing

Tassi invariati ma taglio del quantitative easing. Sono le decisioni annunciate oggi dalla Banca centrale europea. L'acquisto dei titoli da parte della Bce sarà dimezzato dal prossimo gennaio e fino alla fine di settembre 2018: si passerà da 60 a 30 miliardi di euro al mese. Una forte riduzione, che potrà essere ricalibrata in caso di necessità. "La decisione, spiega Mario Draghi, riflette la crescente fiducia nel calo dell'inflazione; la ripresa resta solida".

Giovedì 26 Ottobre 2017 - 14:45

Draghi: "Quantitative Easing ridotto da gennaio del 2018"

La decisione della Bce, comunicata questa mattina, riflette un miglioramento della situazione economica e una convergenza dell'inflazione verso l'obiettuivo del 2 per cento