terrorismo

Pagina 1 di 99
Giovedì, Maggio 17, 2018 - 11:30

Terrorismo, l’Fbi indaga su almeno mille lupi solitari

L'Fbi indaga, negli Stati Uniti, su almeno 1000 lupi solitari. A rivelarlo è stato il capo del Bureau Christopher Wray che parlando di terrorismo ad una commissione del Congresso ha citato anche la presenza di 1000 "terroristi domestici". "Scelgono obiettivi soft, utilizzano armi facili da usare, ad esempio gli ordigni artigianali, auto, coltelli, pistole" ha osservato Wray che ha comunque assicurato che l'Fbi "sta tentando di esaminare meglio i segnali d'allarme prima che queste persone possano cominciare ad entrare in azione. L'Isis e gli estremisti cresciuti nel Paese rappresentano la minaccia terroristica principale per gli Usa"

Giovedì, Maggio 10, 2018 - 18:45

Terrorismo finanziato con traffico migranti

Il terrorismo siriano si è finanziato anche attraverso il traffico di migranti sulla rotta Balcanica. Una vasta rete di supporto a gruppi combattenti di matrice integralista islamica scoperta attraverso due operazioni distinte, in Sardegna e Lombardia, coordinate dalla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo e condotte, rispettivamente, dalla Guardia di finanza e dalla polizia. Arrestati undici siriani e tre marocchini, 16 persone tra cui una italiana iscritte sul registro degli indagati. Quattro sono accusate di associazione a delinquere con finalità di terrorismo. Due milioni di euro la cifra trasferita in Siria, Turchia e Libano. Dall'Italia i soldi per i kalashnikov.

Mercoledì, Maggio 9, 2018 - 13:30

Terrorismo, Mattarella: "Democrazia antidoto contro la violenza"

Sergio Mattarella celebra il giorno della Memoria dedicato alle vittime del terrorismo al Quirinale. "La democrazia è il miglior antidoto contro la violenza", afferma il presidente della Repubblica nel suo discorso in occasione del 40esimo anniversario dell'omicidio di Aldo Moro

Mercoledì, Maggio 9, 2018 - 12:15

Mattarella: "Italia ha sconfitto il terrorismo grazie alla sua unità"

"Oggi è giorno di memoria e di solidarietà per chi ha pagato con la vita la crudeltà del terrorismo, per chi ha servito le istituzioni e la nostra società, non cedendo al ricatto e alla paura, per chi ha tenuto alta la dignità, divenendo testimone della libertà di ciascuno di noi". Sono parole del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo intervento al Quirinale per il Giorno della Memoria dedicato alle vittime del terrorismo. "Si è compreso, di fronte a quell'emergenza - ha continuato Mattarella - che vi sono momenti che richiamano a valori costituzionali. A impegni comuni; perché non divisivi delle posizioni politiche ma riferiti a interessi fondamentali del Paese. In questo senso, neutrali". Poi ha concluso: "Abbiamo appreso che ci sono momenti in cui l'unità nazionale deve prevalere sulle legittime differenze: è stata anzitutto l'unità del popolo italiano a sconfiggere la minaccia terroristica"

Sabato, Maggio 5, 2018 - 19:45

Paesi Bassi, l'arresto dell'uomo che ha accoltellato tre persone gridando "Allahu akbar"

Ha gridato Allahu Akbar e ha aggredito tre persone ferendole con un coltello. E' successo in una strada vicino alla stazione dell'Aja, in Olanda. L'aggressore, che ha colpito la prima persona in un bar per poi uscire e ferire le altre due, è stato fermato dalla polizia, dopo essere stato ferito alle gambe. L'uomo era noto alle forze dell'ordine per problemi mentali.

Giovedì, Aprile 26, 2018 - 14:30

Napoli, arrestato per terrorismo migrante del Gambia

Alagie Touray, un migrante del Gambia, è stato arrestato a Napoli nel corso di un'operazione antiterrorismo condotta da polizia e carabinieri. Dalle indagini, coordinate della Procura del capoluogo campano, sarebbe emersa la pianificazione di un attentato. Il procuratore di Napoli Giovanni Melillo in conferenza stampa con il capo della polizia Franco Gabrielli e il comandante interregionale dei carabinieri Vittorio Tomasone ribadisce l’importanza della collaborazione tra le forze dell’ordine e parla dell’ordine ricevuto da Touray in una chat Telegram: “Lancia l’auto sulla folla”.

Lunedì, Aprile 23, 2018 - 12:00

Terrorismo, 20 anni di carcere per Salah Abdeslam

Il Tribunale di Bruxelles ha condannato a 20 anni di reclusione Salah Abdeslam, unico sopravvissuto del commando terrorista che ha colpito Parigi il 13 novembre 2015, e il suo complice Sofien Ayari per la sparatoria di matrice terroristica contro la polizia avvenuta a Forest, in Belgio, nel marzo 2016, pochi giorni prima degli attentati contro la capitale belga. In quella circostanza rimasero feriti quattro agenti. I due, "galvanizzati dall'ideologia salafita", come si legge nella sentenza, sono stati riconosciuti colpevoli di tentato omicidio, attività terroristica e possesso illegale di armi

Martedì, Aprile 10, 2018 - 14:00

Gabrielli: "Terrorismo minaccia diffusa ma non ci deve spaventare"

"Il terrorismo è una minaccia concreta e diffusa ma questo non deve spaventarci". Lo ha ribadito il capo della Polizia, Franco Gabrielli, a margine delle celebrazioni per il 166esimo anniversario della polizia di Stato. "Lo sforzo fatto per combattere il terrorismo in questi anni è sotto gli occhi di tutti ma ci sarà utile essere consapevoli delle sfide che abbiamo davanti", ha concluso Gabrielli

Giovedì, Marzo 29, 2018 - 10:00

Terrorismo, i 5 arresti tra Roma e Latina: erano nella rete di Amri

Vasta operazione antiterrorismo condotta da personale appartenente alla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione e alle Digos di Roma e Latina. Cinque arresti e perquisizioni nei confronti di persone ritenute responsabili di addestramento e attività con finalità di terrorismo. Il blitz nasce dalle indagini sulla rete italiana di contatti con Anis Amri, il presunto terrorista di Berlino, ritenuto responsabile dell'attentato del 2016 e ucciso dalla polizia, tre giorni dopo, a Milano.

Giovedì, Marzo 29, 2018 - 09:30

Colpo alla rete italiana dell'attentatore di Berlino, 5 arresti tra Roma e Latina

Finisce di nuovo sotto inchiesta la rete dei contatti italiani di Anis Amri, l'autore della strage di Berlino del Natale del 2016, ucciso pochi giorni dopo a Sesto San Giovanni, alle porte di Milano. La polizia, su ordine del Gip di Roma, ha notificato il mandato di cattura a cinque stranieri: un palestinese già detenuto nel carcere di Rebibbia, e quattro tunisini residenti a Napoli e nel Casertano. Perquisizioni a Latina e in altre città italiane

Pagine