vaccini

Pagina 1 di 12
Giovedì, Luglio 5, 2018 - 17:15

Vaccini, Lorenzin: "Spero in consapevolezza famiglie, non buttiamo lavoro fatto in questi anni"

"Spero che ci sia consapevolezza da parte delle famiglie" e che parlino "col proprio medico, con la propria Asl, e non col proprio consigliere comunale", per "non mettere a rischio tutto il lavoro fatto in questi anni". Questo il commento dell'ex ministra della Salute Beatrice Lorenzin in merito all'autocertificazione sui vaccini necessaria per l'iscrizione dei propri figli a scuola. "L'obbligatorietà non è il fine - ha spiegato - ma un mezzo per raggiungere l'immunità di gregge e per mettere in sicurezza la popolazione italiana, in particolare i più piccoli. La mia preoccupazione va quindi alla formazione delle classi di settembre".

Giovedì, Luglio 5, 2018 - 16:15

Vaccini, Grillo: "La nuova legge non manterrà gli obblighi previsti oggi"

Sui vaccini "non manterremo un'obbligatorietà come quella di oggi, altrimenti non cambieremmo la legge". Ad affermarlo è il ministro della Salute, Giulia Grilllo, a margine della presentazione della circolare ministeriale che prevede l'autocertificazione per accedere a scuola. "Vogliamo creare forme di obbligatorietà flessibile che si adattino alle reali esigenze", ha aggiunto Grillo.

Mercoledì, Luglio 4, 2018 - 20:00

Vaccini, resta l'obbligo ma per iscrivere i figli a scuola basta l'autocertificazione

La vaccinazione resterà obbligatoria per accedere a scuola e rimane la scadenza del 10 luglio, ma i genitori non dovranno portare alcun documento sanitario per dimostrare che i figli sono in regola. Gli basterà un'autocertificazione dove si dovrà sottoscrivere che i vaccini sono stati fatti o si faranno per poterli iscrivere al prossimo anno scolastico. A spiegarlo è stata direttamente la ministra della Salute Giulia Grillo al question time alla Camera in merito all'obbligo vaccinale. Grillo ha sottolineato come l'intento del ministero sia quello di trovare un bilanciamento tra il diritto all'inclusione, in età scolare e pre-scolare, e il diritto alla tutela della salute - individuale e collettiva.

Martedì, Giugno 26, 2018 - 12:00

Vaccini e obbligatorietà per la scuola: si va verso la proroga

Il governo valuta la possibilità di far slittare la scadenza, fissata ora al 10 luglio, per la presentazione dei certificati di avvenuta vaccinazione, ai fini dell'iscrizione a scuola per l'anno 2018-19. La revisione dell'obbligo vaccinale per la frequenza scolastica è prevista dal Contratto di Governo e l'ipotesi di questa proroga è ora sul tavolo dell'esecutivo. In questo caso a settembre tutti i bambini, anche gli inadempienti, potranno andare a scuola. La legge sull’obbligo vaccinale prevede per chi non lo rispetta l’esclusione da asili e nidi e multe dalle elementari in su

Venerdì, Giugno 22, 2018 - 15:15

Vaccini, Salvini: "10 obbligatori sono inutili, dannosi e pericolosi"

Matteo Salvini torna sulla questione vaccini: "Ritengo che 10 obbligatori siano assolutamente inutili e in parecchi casi pericolosi, se non dannosi". Il ministro dell'Interno parla delle intenzioni del governo a riguardo in un'intervista a Radio Studio 54: il primo obiettivo, ha spiegato Salvini, è agire affiché "nessun bambino sia escluso ed espulso dalle classi"

Lunedì, Aprile 30, 2018 - 18:45

Vaccini, ultima chiamata per quelli obbligatori

Ultima chiamata per le vaccinazioni obbligatorie, entro oggi i dirigenti scolastici di 12 regioni dovranno trasmettere alle Asl la documentazione di genitori, tutori e affidatari per gli obblighi vaccinali. Le altre regioni lo avevano già fatto a marzo. Per le scuole dell'infanzia, quindi per i bambini dai 0 ai 6 anni, la presentazione della documentazione è un requisito fondamentale per l'accesso nelle strutture scolastiche. Per gli altri gradi di istruzione, che sono obbligatori, il mancato adempimento non comporterà il divieto di ingresso negli istituti, ma verranno attivati percorsi di recupero delle vaccinazioni con possibili multe per chi non si mette in regola

Martedì 13 Marzo 2018 - 15:30

Vaccini, Iss: "Messo in sicurezza bimbi italiani. Ora lavorare su morbillo"

Il 10 marzo scadeva il termine per la presentazione dei certificati vaccinali a scuola

Lunedì, Marzo 12, 2018 - 08:00

Vaccini, scuola chiusa per bimbi non in regola

Oggi l'ingresso nei nidi e nelle scuole materne potrebbe non essere certo per tutti. I genitori che fossero ancora sprovvisti della certificazione dell’avvenuta vaccinazione o ancora non forniti della prenotazione in una Asl rischiano di veder negare l'entrata dei propri piccoli nelle aule. Lo ha precisato il presidente dell'Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli, dopo la scadenza sabato del termine per la presentazione dei documenti. I dirigenti scolastici avranno tempo fino al 20 marzo per inviare alle famiglie dei bambini non vaccinati la comunicazione formale, invitandole a provvedere alla vaccinazione

Sabato, Marzo 10, 2018 - 11:00

Vaccini, tempo scaduto per i certificati

Scade oggi il tempo concesso ai genitori per presentare a scuola i certificati vaccinali necessari per evitare l'esclusione da nidi e materne. Potrebbero essere circa 30mila i bambini sotto i sei anni non in regola. Per i genitori inadempienti, superata la deadline, è prevista una serie di misure di richiamo e solo alla fine, se persiste la volontà di non vaccinare, la legge prevede l'esclusione del bambino dalla frequenza della scuola dell'infanzia. Tempi e modi sono regolati dalle regioni, ognuna delle quali lunedì si comporterà in modo diverso. Sanzioni pecuniarie, invece, alle elementari.

Venerdì, Febbraio 2, 2018 - 21:00

Vaccini, Lorenzin: "Non si scherza sulla pelle dei bambini"

Botta e risposta tra Beatrice Lorenzin e Virginia Raggi sul caso vaccini. "Non si può scherzare sulla pelle dei nostri bambini": così il ministro della Salute commenta la mozione votata dall'assemblea capitolina che permette ai bambini di poter frequentare asilo e scuola materna anche senza vaccino. "Non vorrei che amministrazioni novax portassero avanti posizioni pericolose per la salute", ha aggiunto Lorenzin. Non tarda ad arrivare, su Facebook, la replica della sindaca Raggi: "È colpa della Lorenzin e dei ritardi nelle prenotazioni della Regione Lazio se i bambini ancora in attesa della vaccinazione rischiano di essere cacciati dalle scuole".

Pagine