Martedì 10 Ottobre 2017 - 09:30

Tangenti per Rio 2016: confermato l'arresto del presidente del Comitato olimpico del Brasile

Carlos Nuzman è accusato di corruzione e riciclaggio di denaro sporco, ma lui continua a negare

Tangenti per Rio 2016: confermato l'arresto del presidente del Comitato olimpico del Brasile

La magistratura federale brasiliana ha confermato l'arresto per corruzione del presidente del Comitato olimpico nazionale e del Comitato organizzatore di Rio 2016 Carlos Nuzman. La decisione del giudice Marcelo Breta significa che non vi è ora alcuna scadenza per il 75enne Nuzman, che in origine doveva essere trattenuto per cinque giorni. Nuzman e il Comitato olimpico nazionale del Brasile (Cob) sono stati sospesi provvisoriamente dal Comitato o limpico internazionale. Nuzman, ex membro del Cio e ora membro onorario, è accusato di aver organizzato un giro di più di 2 milioni di dollari di tangenti per ottenere l'assegnazione dei Giochi Olimpici del 2016 a Rio de Janeiro, è accusato di corruzione e riciclaggio di denaro sporco. Il dirigente brasiliano ha fin qui negato ogni accusa.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il Lombardia 2017 - Bergamo - Como - 247 km

Ciclismo, calcio, volley: ecco la tv sportiva su Lapresse.it

Dalla Ciclismo Cup, al Futsal e ai tornei giovanili di calcio. Dal beach volley al pugilato alla Mtb. Con PmgSport, un palinsesto online per chi ama lo sport

Pyeongchang 2018, atleti russi ricorrono al Tas contro l'esclusione dai Giochi

Ieri il provvedimento del Cio dopo il coinvolgimento del Paese nello scandalo doping. Wada: "Decisione consapevole"

Scandalo doping, Russia esclusa da Pyeongchang 2018

Ma alcuni atleti potranno gareggiare ugualmente sotto la bandiera olimpica

Diritti tv, MP & Silva: "Mai avuto rapporti 'riservati' con Galliani"

Il gruppo in una nota: "Ogni riferimento alla MP & Silva apparso sulla stampa è erroneo"