Martedì 20 Marzo 2018 - 09:15

Terzigno, si è suicidato il marito di Immacolata Villani, uccisa davanti a scuola

Pasquale Vitiello si sarebbe sparato un colpo di pistola con la stessa arma usata per l'omicidio della moglie

Terzigno, donna uccisa davanti alla scuola elementare

È stato trovato il corpo senza vita di Pasquale Vitiello, l'uomo che ieri aveva ucciso la moglie davanti ad una scuola di Terzigno e poi si era dato alla fuga. L'uomo, ricercato da ieri, è stato trovato durante l'ispezione sul territori grazie alle celle telefoniche, che hanno agganciato il suo cellulare e permesso di delimitare l'area in cui effettuare le ricerche. Era all'interno di un rudere nelle campagne di Terzigno. Vitiello, secondo quanto riferito dai carabinieri che hanno coordinato l'operazione, si sarebbe sparato un colpo di pistola con la stessa arma che aveva usato per uccidere la moglie Imma Villani, subito dopo aver commesso l'omicidio.

L'OMICIDIO. Immacolata è stata uccisa davanti alla scuola elementare, subito dopo aver accompagnato la figlia. Alcuni testimoni hanno raccontato di aver visto la 31enne litigare con un uomo, che poi si è rivelato essere il marito, a bordo di uno scooter davanti all'istituto. Subito dopo aver sparato, l'uomo è fuggito in moto.

Loading the player...
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Manifestazione "no al debito ingiusto" a Napoli

Sottomarino Usa usato in Siria era a Napoli. De Magistris: "Mai più"

Il sindaco: "La nostra è una città denuclearizzata"

Continuano le operazioni di spegnimento dell'incendio all'azienda Rykem di San Donato

Napoli, picchia la compagna incinta: lei perde il bambino

Il 44enne è accusato di maltrattamenti in famiglia e procurato aborto

Napoli, Arturo accoltellato da baby gang: preso un altro 15enne

Il 17enne era stato aggredito in via Foria il 18 dicembre scorso

Napoli, crolla muro perimetrale del convento di San Paolo Maggiore

Napoli, crolla solaio in ex monastero: soccorsi 5 operai, 2 in ospedale

L'area è stata posta sotto sequestro e un'indagine è stata aperta per capire i motivi del crollo e se gli operai stessero lavorando in condizioni di sicurezza