Mercoledì 11 Ottobre 2017 - 18:00

Thomas presenta 'Thomas': "Un sogno ma non perdo senso realtà"

Dalla scuola di 'Amici' al disco per arrivare a due concerti

Esce venerdì 13 ottobre il primo album di Thomas che porta anche il suo nome. Dalla scuola di 'Amici' al disco per arrivare a due concerti: l'11 novembre all'Atlantico di Roma e il 12 al Fabrique di Milano. Un percorso iniziato cinque mesi fa dopo la fine del talent di Maria De Filippi e che lo ha portato al successo di pubblico di oggi.

Un periodo intenso, che è tutto racchiuso dentro questo disco: "Il mio precedente EP era un biglietto da visita di quello che sono, del mio modo di vedere la musica e della mia personalità. Questo invece è un album vero e proprio, racchiude anche la crescita artistica che ho avuto in questa estate ricca di impegni e esperienze nuove per me. Sono davvero felice del risultato: parla di me, per questo ho deciso di chiamarlo 'Thomas'. Dentro ci sono tutti i miei colori e i miei sogni. E' stato realizzato in maniera piuttosto veloce ma sono molto felice del risultato. Racchiude tante soddisfazioni".

Già all'uscita dal talent Thomas aveva parlato della sua visione della 'normalità' "un po' alterata", ma, ovviamente, questi mesi l'hanno ancora modificata: "Sto vivendo come in un sogno, ma senza perdere il senso della realtà. Ho lavorato tanto per realizzare i miei sogni e sto continuando a farlo per fortificarli. Sto ricevendo un sacco di soddisfazioni, lavorare così è gratificante. Sono stati mesi intensi. E' stato bellissimo tornare a festival dove avevo partecipato come nuova proposta e ora esserci come artista".

Il sound dell'album del 17enne è molto ben definito e decisamente internazionale. Si sente l'impronta degli artisti che lo hanno ispirato, primo fra tutti Michael Jackson che, come fa lui, ha sempre unito ballo e canto. Ma tra le influenze ci sono anche Stevie Wonder, Jamiroquai, Craig David e i più recenti Justin Bieber, Justin Timberlake e Chris Brown.

Fra le tante iniziative per presentare il disco, anche quella di telefonare direttamente ad alcune fan che lo hanno acquistato in pre-order: "E' stato divertente - racconta -, così si crea un legame con le persone che ti sostengono. Mi fa piacere conoscere il mio pubblico". Poi, dopo gli instore, ci saranno i primi due concerti: "Sono entusiasta. E' un aspetto di questo lavoro che ho sempre voluto poter curare. Nei live vorrei portare il mondo internazionale a cui mi ispiro, anche se più in piccolo. E' quella l'impronta che voglio dare". 

Scritto da 
  • Chiara Troiano
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Fiat Music al teatro Ariston di Sanremo

Verso il Festival: a 'Sarà Sanremo' annunciati big e giovani

La sfida: di 16 solo 6 potranno partecipare alla 68esima edizione del Festival nella sezione Nuove Proposte

Fabrizio Moro

Fabrizio Moro il 16 giugno live all'Olimpico di Roma

E annuncia: In primavera un nuovo progetto discograficfo

Concerto di Jovanotti nel temporary store allestito in Piazza Gae Aulenti a Milano

Jovanotti e il calcio: "Quale squadra tifo? Sono 'tottiano'"

Il cantante ha ammesso di aver pianto il giorno in cui Francesco Totti ha lasciato il calcio

Festa Bye-bye Bagaglino

È morto il cantante Lando Fiorini: aveva 79 anni

Ultimo interprete della canzone romana, si è spento a Roma