Giovedì 22 Febbraio 2018 - 21:00

Torino, tensioni al corteo contro CasaPound: polizia usa idranti

Guerriglia urbana in centro. Lanciate bombe carta con schegge metalliche

Contestazioni antifascisti contro CasaPound

Tensione e scene di guerriglia urbana in serata nel centro di Torino per un corteo antifascista a cui hanno aderito alcune centinaia di persone, tra cui esponenti dei centri sociali e del movimento No Tav.

La manifestazione è stata organizzata per protestare contro un appuntamento elettorale del leader di CasaPound, Simone Di Stefano, all'hotel Nh di corso Vittorio Emanuele, nel cuore della città. Gli attivisti hanno tentato in alcune occasioni di sfondare il fitto cordone di forze dell'ordine per avvicinarsi alla sede del comizio, ma sono stati respinti.

Alcuni sono venuti a contatto con gli scudi della polizia, schierata in assetto antisommossa, che ha reagito con una piccola carica e usando gli idranti. Un'altra parte del corteo ha tentato di avvicinarsi all'hotel, lanciando petardi e incendiando cassonetti, e nuovamente è intervenuto un mezzo delle forze dell'ordine con idranti.

Loading the player...

La tensione è salita ancora vicino alla stazione Porta Susa, quando c'è stato un intenso lancio di pietre e bottiglie di vetro contro le forze dell'ordine, che per disperdere i manifestanti sono avanzate inseguendo alcuni attivisti. Quattro agenti sono stati feriti. Si tratta di tre del Reparto Mobile di Torino, uno in particolare colpito a una gamba da una scheggia di oltre 4 centimetri, e un sovrintendente capo della polizia scientifica.

Dura la condanna della sindaca Chiara Appendino: "Lanciare bombe carta contenenti schegge metalliche è un gesto criminale. Mi auguro che gli agenti feriti, ai quali va la solidarietà di tutta la Città di Torino, possano rimettersi quanto prima. Auspico altresì che i responsabili di un gesto tanto vile siano quanto prima individuati e consegnati alla giustizia. Fatti di tale gravità non devono più ripetersi. Torino, medaglia d'oro alla Resistenza, è una città non violenta e tale deve restare".
 

Loading the player...

Alcuni militanti dell'area antagonista torinese, dell'area anarco-insurrezionalista e del centro sociale Askatasuna, riferisce la Questura, hanno lanciato petardi e bombe carta imbottite di schegge di metallo e di legno. Alcuni manifestanti sono stati bloccati, la loro posizione è al vaglio.

Il corteo si è poi ricomposto allontanandosi dal ritrovo di CasaPound, lasciando lungo la strada reti di cantiere, dissuasori e cestini dell'immondizia divelti, petardi e cocci di vetro a terra. I manifestanti si sono quindi diretti verso piazza Castello e poi lungo via Po, per terminare nel quartiere Vanchiglia, ritrovo abituale del mondo antagonista torinese.

Scritto da 
  • Silvia Caprioglio
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Firenze, albero cade su un bus di turisti

Torino, video mentre salta la cascata: ventenne muore nel torrente

È accaduto ad Almnese, l'amico che era con lui non è ferito ma si trova sotto shock

Caluso, treno deraglia dopo aver investito un tir fermo sui binari

Treno contro tir a Caluso. Due morti e 23 feriti nella notte: indagato l'autista

L'incidente sulla linea Torino-Ivrea-Aosta. Il trasporto eccezionale si è bloccato sui binari. Il treno è deragliato. Vittime: il macchinista e un uomo della scorta