Mercoledì 11 Ottobre 2017 - 11:15

Tradito dalla fede per il Napoli: arrestato camorrista latitante

In manette Emanuele Niola, 33enne referente del clan Di Lauro

Tradito dalla fede per il Napoli: arrestato camorrista latitante

La passione per il Napoli ha tradito Emanuele Niola, 33enne latitante ritenuto essere legato al clan camorrista Di Lauro, che è stato fermato dai carabinieri a Secondigliano. I militari lo hanno rintracciato dopo aver intercettato una telefonata in cui una persona legata a Niola ordinava due biglietti per Napoli-Inter, in programma al San Paolo il prossimo 21 ottobre, ma non faceva il nome del secondo spettatore. Insospettiti, hanno intensificato le ricerche nella periferia nord della città fino all'arresto, avvenuto in un autolavaggio di Secondigliano.

Niola, che stava parlando con dei conoscenti a bordo di un'utilitaria, non ha opposto resistenza ma avrebbe detto solo di voler iniziare una nuova vita lontana dallo spaccio. Il malvivente fuggiva proprio da una condanna per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti, per la quale deve scontare 6 anni e 7 mesi. Niola, arrestato nel corso di un'operazione contro il traffico internazionale di droga nel giugno 2013, sarebbe stato il referente del clan Di Lauro nella piazza di spaccio del rione dei Fiori.

Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Ryanair air traffic control strikes

Ryanair cancella 600 voli in Europa per 25 e 26 luglio: coinvolti 100mila passeggeri

Lo stop a causa di uno sciopero del personale in Spagna, Portogallo e Belgio

E' morto Toto' Riina il 'capo dei capi'.Aveva 87 anni

Mafia, Dia: "Rischio tensioni e atti di forza per successione Riina "

La scomparsa di Salvatore Riina è stato un elemento destabilizzante

Operazione 'Gramigna' dei Carabinieri.Scacco al clan Casamonica

Bari, uomo si barrica in casa con il fucile: bloccato

A Palo del Colle. Con lui c'era anche la zia, che è riuscita a scappare

Sanremo 2015 - Quarta serata

Padova, laurea in Scienze per Sammy Basso, affetto da invecchiamento precoce

Il ragazzo di 22 anni è il volto di diverse iniziative a favore della ricerca su questa rara malattia, la progeria. In Italia ci sono 5 casi