Giovedì 30 Novembre 2017 - 15:30

Un corpo nell'Adda. E' del giovane che ha ucciso il padre

Tragico epilogo per una storia triste di affetto e depressione. L'uomo ha strangolato il padre e si è buttato nel fiume

Trovato nel fiume Adda a Comazzo (Lodi) il corpo di un uomo. Quasi sicuramente è quello di Alberto Hugo Begatti, il giovane milanese di 31 anni sospettato di aver strangolato il padre Guido e di aver lasciato il cadavere chiuso in una stanza per due settimane.

Una vicenda molto triste. Alberto Hugo Begatti era piombato in depressione dopo la morte della madre avvenuta pochi mesi fa. Padre e fglio erano molto legati e si dedicavano affettuosamente alla cagnetta di famiglia. Tutto deve essere precipitato l'11 novembre scorso novembre. Il giovane, quasi sicuramente, ha strangolato il padre e lo ha composto in una camera coprendone il corpo di polvere di cemento con l'idea, forse, di ritardarne la decomposizione. Poi ha chiuso la stanza e l'ha sigillata con il silicone. Dopo due settimane, ha scritto una mail e poi lasciato una lettera al veterinario in cui, pur non confessando l'omicidio gli lasciava le chiavi e chiedeva di occuparsi della cagnetta. Il veterinario ha chiamato i carabinieri che sono entrati nell'appartamento dei Begatti (in via XXII Marzo, 37) e hanno trovato il cadavere del padre. Del figlio, nessuna traccia. Ieri, però, la sua auto è stata trovata vicino all'Adda e tutti hanno pensato ad un tragico epilogo. Il ritrovamento del corpo di Alberto Hugo (figlio adottivo di origini sudamericane) dovrebbe chiudere questa storia.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Rigopiano, trovati otto superstiti nel resort investito da slavina.

Morti due alpinisti travolti da una valanga sulla Grignetta

La neve si è staccata mentre salivano lungo un canalone. Un terzo tratto in salvo con l'elicottero

Como, esplosione in ditta: Areu attiva Unità decontaminazione

Milano, rogo in un palazzo a Quarto Oggiaro: bambino gravissimo e 11 intossicati

Un appartamento è andato in fiamme in un palazzo di 13 piani. Il piccolo abitava al piano sopra quello dell'incendio

Omicidio a Milano, ragazzina accoltellata in appartamento di via Brioschi

Omicidio Jessica, in un biglietto del tranviere l'interesse sessuale per la ragazza

La 19enne aveva anche raccontato ai carabinieri delle attenzioni dell'uomo

Inseguimento fra ladri polizia e carabinieri nella notte a Milano

Monza, madre e figlia trovate morte: fermato lo zio 75enne

L'uomo è in ospedale per un malore dovuto da alcol. I corpi sono stati ritrovati, in avanzato stato di decomposizione, nella casa doveva i tre vivevano insieme