Martedì 27 Settembre 2016 - 16:30

Tumori, al nord ci si ammala di più rispetto al sud

Per alcune tipologie al nord i tassi di incidenza sono addirittura doppi

Tumori, al nord ci si ammala di più rispetto al sud

Tra il nord e il sud Italia esiste una differenza piuttosto ampia sull'incidenza dei tumori: tra gli uomini il tasso è più basso dell'8% al Centro e del 15% al Sud rispetto al Nord e per le donne rispettivamente del 5% e del 16%. E' quanto emerge dai dati raccolti nel volume 'I numeri del cancro in Italia 2016' presentato oggi all'Auditorium del ministero della Salute. "Alla base di queste differenze - spiega l'Associazione italiana di oncologia medica - possono esserci fattori protettivi (differenti stili di vita, abitudini alimentari, fattori riproduttivi) che ancora persistono nelle regioni del Centro e Sud Italia, ma anche una minore esposizione a fattori cancerogeni (abitudine al fumo, inquinamento ambientale etc.)". Nelle regioni del Sud, però, dove gli screening oncologici sono ancora poco diffusi, non si è osservata la riduzione della mortalità e dell'incidenza dei tumori della mammella, colon-retto e cervice uterina.

Per alcuni tumori (esofago, melanoma) si confermano tassi di incidenza doppi al Nord rispetto al Sud per entrambi i sessi. Anche per il rene e la pelvi renale l'incidenza è marcatamente minore al Sud in entrambi i sessi, così come per il tumore della prostata che continua a far registrare tassi di incidenza più elevati nelle regioni del Nord. "In controtendenza per entrambi i sessi - spiegano dall'Associazione italiana di oncologia medica - una incidenza maggiore al Sud rispetto al Nord del tumore delle vie biliari, del sarcoma di Kaposi e della tiroide. Nelle donne si evidenzia una incidenza maggiore al Sud per il tumore del fegato. Il dato, già noto nella letteratura scientifica, è stato messo in relazione a locali condizioni genetiche e ambientali (come la prevalenza di infezione da virus dell'epatite B e/o C per il tumore del fegato) peculiari delle zone del meridione d'Italia".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Creati primi embrioni pecora-uomo: passo avanti per il trapianto di organi

Far crescere organi umani all'interno di animali per poi trapiantarli nei pazienti: adesso questa possibilità non è più così remota

Milano, laboratorio del nuovo dipartimento di scienze ambientali

Team italiano isola gene che resiste ad antibiotico anti infezioni

La scoperta si colloca nell'ambito del preoccupante aumento delle resistenze agli antibiotici, dovuto al loro uso inappropriato anche negli animali

Leucemia, primo bimbo salvato con la terapia genica in Italia

Trattato con la tecnologia CarT, immunoterapia con linfociti riprogrammati, all'ospedale Bambino Gesù di Roma