Lunedì 20 Marzo 2017 - 12:30

Uber, lasciano presidente Jones e vice presidente McClendon

Si dimette dopo solo sei mesi, il suo vice andrà in politica

Uber, lasciano presidente Jones e vice presidente McClendon

Un portavoce di Uber ha reso noto che il presidente Jeff Jones, a meno di sette mesi dalla propria entrata in carica, lascerà la società. "Sono entrato in Uber per la sua mission e per la sfida di costruire competenze globali che aiutassero l'azienda a maturare e a prosperare nel lungo termine", ha scritto Jones in una nota, aggiungendo che "ormai è chiaro comunque, che le convinzioni e l'approccio alla leadership che hanno guidato la mia carriera non sono coerenti con quello che ho visto e provato in Uber". La posizione di Jones, un esperto di marketing chiamato anche ad ammorbidire l'immagine della società, è stata messa in discussione per la prima volta nelle scorse settimane, quando ha lanciato la ricerca di un chief operating officer che lo aiutasse a gestire l'azienda al fianco del ceo Travis Kalanick.

Non si tratta dell'unico addio in vista, in Uber. Il vice presidente per la piattaforma mappe e business, Brian McClendon, ha infatti annunciato separatamente l'intenzione di abbandonare il proprio posto a fine mese per occuparsi di politica. "Resterò come consulente", ha dichiarato in una nota inviata a Reuters, spiegando che "le elezioni di questo autunno e l'attuale crisi fiscale in Kansas mi stanno spingendo a partecipare in modo più pieno alla nostra democrazia". McClendon era arrivato in Uber nel giugno del 2015, dopo essere stato a capo di Google Maps.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Geely Automobile smentisce al momento piani di acquisizione Fca

Geely Automobile smentisce al momento piani di acquisizione Fca

La testata Automotive News aveva parlato dell'interesse di diversi produttori cinesi per Fiat Chrysler Automobiles

Istat, nel secondo trimestre il Pil cresce dello 0,4%: +1,5% annuo

Istat, nel secondo trimestre il Pil cresce dello 0,4%: +1,5% su anno

Era dal secondo trimestre del 2011 che il Pil non segnava una crescita così significativa. Genitloni: "Meglio delle pevisioni"

In Uk restano banconote con grasso, alternativa è olio di palma

In Uk restano banconote con grasso, alternativa è olio di palma

Anche dopo le proteste di animalisti e vegani, la Bank of England ha deciso che non modificherà la composizione del polimero 'incriminato'

Torino, disoccupata si dà fuoco

Allarme della Ragioneria: Se salta limite 67 anni pensioni a rischio

Anche la semplice limitazione degli automatismi di accesso alla pensione determinerebbero un indebolimento del sistema pensionistico italiano