Mercoledì 15 Novembre 2017 - 16:30

Usa, primo Dna modificato su un paziente: nuova tecnica per curare malattie rare

I primi risultati dell'innovativo esperimento, realizzato lunedì in California sul 44enne Brian Madeux, arriveranno tra un mese

Per la prima volta degli scienziati hanno provato a modificare un gene direttamente all'interno del corpo di un paziente nel tentativo di cambiare in modo permanente il Dna di una persona per curare una malattia. A riferire dell'esperimento, realizzato lunedì in California sul 44enne Brian Madeux, è l'agenzia Associated Press, ripresa da diversi media Usa. I primi risultati per valutare l'efficacia dell'innovativa procedura sono attesi tra un mese, mentre i test daranno certezza in proposito fra tre mesi.

Madeux, che soffre di una rara malattia metabolica chiamata Hunter, ha detto di "volersi assumere il rischio" di essere il primo a sottoporsi alla nuova procedura, "sperando che aiuti lui e altre persone".

Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Creati primi embrioni pecora-uomo: passo avanti per il trapianto di organi

Far crescere organi umani all'interno di animali per poi trapiantarli nei pazienti: adesso questa possibilità non è più così remota

Milano, laboratorio del nuovo dipartimento di scienze ambientali

Team italiano isola gene che resiste ad antibiotico anti infezioni

La scoperta si colloca nell'ambito del preoccupante aumento delle resistenze agli antibiotici, dovuto al loro uso inappropriato anche negli animali

Leucemia, primo bimbo salvato con la terapia genica in Italia

Trattato con la tecnologia CarT, immunoterapia con linfociti riprogrammati, all'ospedale Bambino Gesù di Roma