Venerdì 17 Febbraio 2017 - 09:45

Usa, Safran Foer: Obama era la speranza, Trump è la rabbia

"E' stato un candidato molto più valido di Hillary Clinton, lei però è un essere umano molto migliore"

Usa, Safran Foer: Obama era la speranza, Trump è la rabbia

"Barack Obama impersonava la speranza degli americani, Donald Trump oggi è invece la rappresentazione della rabbia". Jonathan Safran Foer prova a spiegare i motivi dell'elezione del magnate newyorkese a presidente degli Stati Uniti. "E' stato un candidato molto più valido di Hillary Clinton, lei però è un essere umano molto migliore - continua - Il candidato è quello che è in grado di persuadere altre persone a seguirlo. E' una figura carismatica, ma queste personalità, come ci insegna la storia, in passato hanno causato enormi disastri"."Ci sono però anche dei casi positivi, pensiamo a otto anni fa quando abbiamo eletto Obama. Era inesperto e poco conosciuto, ma era così carismatico che la gente ha votato per lui", sottolinea lo scrittore americano che è tornato a Milano per presentare il suo ultimo romanzo, 'Eccomi' (Guanda), nella seconda anteprima di 'Tempo di Libri'. "Negli Stati Uniti non ci sono elezioni di idee, ma di personalità. Hillary ha vinto con il voto popolare, bisogna dunque distinguere tra chi guida gli Stati Uniti e la volontà del popolo americano".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il Pentagono ammette l'esistenza di un programma per cercare gli Ufo

Da anni il programma 'segreto' indaga sulle segnalazioni di oggetti volanti non identificati

Gerusalemme capitale, ancora proteste in tutto il mondo musulmano

Gerusalemme, l'Onu lavora a bozza di risoluzione contro la mossa di Trump

Nel testo si evidenzia che qualsiasi decisione sullo status della città non ha alcun effetto legale

Sanità, Trump vieta la parole "transgender", "feto", "diritti" e "basato sulla scienza"

L'ordine riguarda i documenti ufficiali di bilancio del Center of Disease Control. Sette i termini cancellati. Imbarazzo e perplessità

AUT, 24. OSZE Ministerrat

Austria, Strache al governo con Kurz. Ministeri chiave a estrema destra

Il presidente austriaco ha dato luce verde alla formazione del nuovo esecutivo con la coalizione tra il Partito popolare (Övp) e gli ultranazionalisti del Partito liberale (FpÖ)