Martedì 28 Novembre 2017 - 17:30

Usa, Weinstein accusato di sfruttamento della prostituzione

L'accusa arriva da un'attrice britannica

Un nuovo scandalo colpisce il produttore americano Harvey Weinstein, dopo le decine di denunce per molestie e violenze sessuali da parte di decine di donne del mondo dello spettacolo. L'attrice britannica Kadian Noble ha accusato Weinstein di sfruttamento della prostituzione perché avrebbe reclutato attrici per incontri sessuali dietro promessa di lavoro.

La giovane sarebbe stata approcciata da Weinstein al Majestic Hotel di Cannes, in Francia: lui le avrebbe chiesto di raggiungerlo nella sua camera d'albergo per un provino. Lei andò in quella camera e Weinstein le passò al telefono un produttore della sua società che le consigliò di essere "una brava ragazza e fare tutto ciò che voleva Weinstein": se avesse acconsentito ai suoi desideri, avrebbe lavorato. Quindi lui l'aveva trascinata in bagno e costretta a guardarlo mentre si masturbava.

Poche ore fa, la notizia che il produttore ha dato le dimissioni dalla Directors Guild of America (DGA), la corporazione di registi cinematografici e televisivi statunitensi, che già lo scorso ottobre aveva avviato le pratiche per provvedimenti disciplinari verso di lui.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

"The Avengers: Age of Ultron" (2015)

Chris Evans contro i bulli: è davvero Captain America

L'attore ha risposto a Keaton Jones, il ragazzino preso in giro dai bulli che ha commosso l'America, con un invito davvero speciale

Scene del film in uscita 'The Shape of Water'

Golden Globe, tutte le nomination: c'è anche l'Italia con 5 candidature

Ci sono anche Sorrentino, Virzì e Guadagnino tra i candidati ai premi del cinema e della tv

Kevin Spacey allegations

Nuove accuse contro Spacey: molestò l'ex marito della principessa di Norvegia

L'attore avrebbe toccato lo scrittore nelle parti intime in occasione di un concerto per il Nobel della Pace nel 2007

Firenze, River to River Indian Film Festival: i protagonisti sono la donna e i diritti LGBT

Dal 7 al 12 dicembre la diciassettesima edizione dell'unico festival di cinematografia indiana in Italia