Mercoledì 12 Luglio 2017 - 13:45

Valsusa, conducente: Non volevo uccidere, solo prendere targa

Maurizio De Giulio, che domenica ha travolto una coppia di motociclisti uccidendo una 26enne, è accusato di omicidio volontario

Val di Susa, il conducente: Non volevo uccidere, solo prendere targa

"Non volevo uccidere. L'intenzione era solo quella di prendere il numero di targa". Così al gip Maurizio De Giulio, l'uomo che domenica ha travolto una coppia di motociclisti in Valsusa, nel torinese, causando la morte di Elisa Ferrero. L'uomo è assistito da due nuovi legali, Marco Moda e Vittorio Nizza. La Procura di Torino ha chiesto al gip la convalida dell'arresto con permanenza in carcere con l'accusa di omicidio volontario.

"È completamente sconvolto, anche se sa che è nulla rispetto a quello che stanno passando i familiari", dice a LaPresse l'avvocato Moda. A proposito dell'episodio avvenuto nel 2015, quando De Giulio avrebbe aggredito la conducente di un altro veicolo, il legale precisa: "È una circostanza che non c'entra nulla ed è tutta da verificare, non c'è nessuna sentenza su quell'episodio".

 

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Torino, M5S contro Lele Mora: "No ai vip del favoreggiamento alla festa di via"

L'ex agente delle star, condannato per vari reati, designato come ospite all'iniziativa in programma nel quartiere Borgo Vittoria

Panico tra la folla che assisteva alla finale di Champions Legaue tra Juve e Real Madrid in Piazza San Carlo

Torino, Appendino e questore Sanna indagati per piazza San Carlo

Ai reati già contestati, cioè lesioni e omicidio colposo, si aggiungerebbe anche l'aggravante di avere agito in concorso tra più persone. La sindaca: "Massima collaborazione"

Panico tra la folla che assisteva alla finale di Champions Legaue tra Juve e Real Madrid in Piazza San Carlo

Piazza San Carlo, in arrivo una ventina di avvisi di garanzia

Le accuse per la tragedia sfiorata a Torino durante la finale di Champions: oltre a omicidio colposo e lesioni si aggiunge il "concorso"