Giovedì 10 Agosto 2017 - 18:00

Valsusa, è uscito dal coma il motociclista travolto dal furgone

Nell'incidente morì la sua giovane fidanzata Elisa Ferrero. Il conducente è in carcere con l'accusa di omicidio volontario

Valsusa, è uscito dal coma Matteo, il ragazzo travolto dal furgone a Condove

E' sveglio e cosciente dopo un mese di coma Matteo Penna, il motociclista 29enne travolto il 9 luglio scorso a Condove, nel torinese in Val Susa, da un furgone assieme alla fidanzata Elisa Ferrero, di 27 anni, morta sull'asfalto. Oggi è stata sciolta la prognosi: 120 giorni, salvo complicazioni. Il ragazzo, spiegano i medici della Rianimazione dell'Ospedale Cto di Torino diretta dal dottore Maurizio Berardino, "si è risvegliato dal coma e adesso è cosciente e sveglio dal punto di vista medico dopo più di un mese di sonno profondo".

Penna resterà in Rianimazione fino a Ferragosto, per poi essere trasferito nel reparto Unità spinale del Cto. La guarigione, spiegano i sanitari, "sarà lenta, ma rispetto qualche tempo fa ha il giovane ha fatto passi da gigante, oltre le aspettative". L'uomo che li ha investiti è in carcere con l'accusa di omicidio volontario.

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Prima nevicata a Milano

Neve e ghiaccio su strade e ferrovie. Blocchi in Piemonte e Liguria. Rischi alluvione in Toscana

Situazione complicata per i trasporti nel Nord Ovest. Chiuse autostrade e linee ferroviarie. La spiegazione della parola "gelicidio"

The logo of Thyssen Krupp AG is pictured at the gate one of the ThyssenKrupp steel plant in Duisburg

Thyssen, sette vittime, dieci anni, cinque processi e sei condanne

I numeri di una vicenda atroce. In primo grado l'omicidio con dolo eventuale. Poi diventato colposo con riduzione delle pene: quattro dirigenti italiani in carcere, ma i due tedeschi...

Dopo Vercelli, chieste le telecamere negli asili. Cosa ne pensate?

Alcune famiglie dei bimbi che hanno subito le violenze delle maestre, vogliono che la scuola sia in grado di controllare quello che accade nelle classi. Un sondaggio di LaPresse

Violentata ripetutamente da amico di famiglia: incinta a 11 anni

Arrestato a Barriera di Milano, in provincia di Torino, un uomo di 35 anni che la bambina chiamava zio