Domenica 17 Dicembre 2017 - 14:45

Verona ancora fatale al Milan: 3-0 Hellas, Gattuso ko

Caracciolo, Kean e Bessa firmano le tre reti

Hellas Verona - Milan

Il Milan cade ancora nella fatal Verona. Con un netto 3-0 l'Hellas infligge a Rino Gattuso la prima sconfitta in campionato da allenatore dei rossoneri (la seconda dopo quella in Europa League con il Rijeka), acuendo una crisi che gli ultimi risultati avevano solo parzialmente placato. L'Hellas dal canto suo riscatta immediatamente l'eliminazione in Coppa Italia, ma soprattutto porta a casa tre punti fondamentali in chiave salvezza. Pecchia, ancora contestato dai tifosi, torna a respirare grazie alle reti di Caracciolo, Kean e Bessa. Il Milan chiude in dieci per l'espulsione di Suso, che salterà quindi la prossima partita contro l'Atalanta.

Per Bonucci e compagni una prestazione deludente, soprattutto sotto l'aspetto caratteriale su cui da settimane batte Gattuso. Partiti bene, nella ripresa i rossoneri sono letteralmente scomparsi dal campo. Ora la situazione di classifica si fa davvero complicata, l'Europa è sempre più lontana. Gattuso conferma Nikola Kalinic al centro dell'attacco. Nel 4-3-3 dei rossoneri, il croato sarà affiancato da Suso e Borini. In difesa spazio a Calabria come terzino al fianco di Bonucci, Romagnoli e Rodriguez. A centrocampo Kessie, Montolivo ancora preferito a Biglia e Bonaventura. In porta regolarmente al suo posto Gigio Donnarumma, nonostante le polemiche dei giorni scorsi. In panchina si rivede Çalhanoglu. Nel Verona, Pecchia si affida ad un 4-4-2 con il trio Romulo e Verde esterni mentre in avanti Valoti in coppia con Cerci.

Primo tempo giocato a buon ritmo dalle due squadre, nonostante il freddo al Bentegodi splende un piacevole sole. Il Milan prova a fare la partita, sfruttando soprattutto la catena di destra con Suso e Calabria. Il Verona dal canto suo si difende con ordine, ma quando può cerca sempre di ripartire. È infatti di Caceres il primo tiro in porta della partita, un destro centrale facilmente parato da Donnarumma. Con il passare dei minuti la pressione del Milan si fa sempre più incessante e poco dopo il quarto d'ora Kalinic sfiora il vantaggio con un destro dal limite deviato in angolo da un difensore. Al 23' però è il Verona a passare: calcio d'angolo di Romulo, splendido stacco di testa di Caracciolo e palle alle spalle di Donnarumma. Il Milan accusa il colpo, ma dopo qualche minuto di assestamento torna a martellare l'area scaligera con i tentativi di Kessie, Montolivo e soprattutto una clamorosa occasione fallita da Suso e Borini. L'esterno spagnolo del Milan ci riprova su punizione dal limite, ma ancora Nicolas gli dice di no. Prima della pausa da segnalare l'ammonizione di Borini, decisa con il supporto del Var, per una manata a Ferrari.

Nel secondo tempo, Gattuso manda subito in campo Cutrone al posto di Rodriguez. Il Milan cambia modulo, tornando alla difesa a tre con Calabria che si accentra. In precedenza il Verona, nel primo tempo, aveva perso per infortunio prima Valoti e poi Cerci con Pecchia costretto a mandare in campo Bessa e Kean. Dopo una buona occasione fallita da Kalinic per il Milan, al 55' è ancora il Verona a segnare: Bessa sfonda sulla sinistra, cross basso per Kean che appostato in area deve solo depositare la palla in rete. Il Milan crolla e dopo venti minuti, senza una vera reazione nonostante gli ingressi di Andre Silva e Locatelli per Kalinic e Montolivo, subisce anche il terzo gol dell'Hellas ad opera di Bessa in contropiede su assist di Romulo dalla destra. Primo gol in Serie A per l'attaccante gialloblu, che nel finale lascia il campo a Franco Zuculini ricevendo i meritati applausi del Bentegodi. Nel recupero espulso con il Var Suso per gioco violento. Milan che esce dal campo sconfitto e con mille dubbi, fra tenuta della squadra e problemi societari.
 

Scritto da 
  • Antonio Martelli
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Conferenza stampa AC Milan - Ritiro estivo per la stagione 2018/2019

Elliott prende il controllo del Milan: pronti 50 milioni di aumento di capitale

Obiettivo del fondo "creare stabilità finanziaria e raggiungere il successo a lungo termine"

Milan vs Genoa  - Campionato italiano di calcio Serie A TIM 2017-18

Commisso: "Ancora in gioco per prendere il Milan, ma avrei voluto la Juve"

Il magnate italoamericano non ha ancora rinunciato alla trattativa con Mr Li

Il Milan di Mr Li paga per le colpe di Berlusconi e Galliani

Di solito le colpe dei padri non dovrebbero ricadere sui figli, ma stavolta l'antico adagio non funziona

AC Milan, il Presidente Li Yonghong con la  famiglia in visita a Casa Milan e al Museo

Uefa, Milan escluso per un anno dalle coppe europee. Il club fa ricorso al Tas

Fuori per violazione delle norme del fair play finanziario