Venerdì 17 Giugno 2016 - 08:30

Video shock del New York Post su David Rossi: dubbi sul suicidio

Le immagini mostrano due uomini a volto scoperto avvicinarsi al corpo

Video shock del New York Post su David Rossi: dubbi sul suicidio

 Il New York Post ha pubblicato ieri un video inchiesta sulla morte di David Rossi, capo area comunicazione di Monte dei Paschi, precipitato dalla finestra del suo ufficio di Rocca Salimbeni a Siena, il 6 marzo 2013. Nel filmato vi sono alcune immagini presumibilmente riprese dalle telecamere di videosorveglianza che mostrano due uomini a volto scoperto avvicinarsi al corpo di Rossi che, disteso a terra ancora si muove, per poi allontanarsi con calma. Il quotidiano americano si chiede che ruolo possano avere avuto nel presunto suicido di Rossi. La moglie, Antonella Tognazzi non ha mai accettato l'ipotesi di suicidio ed è riuscita a far riaprire il caso. Il 6 aprile scorso la salma dell'uomo è stata riesumata su ordine della Procura di Siena.
 

 

Frame tratto dal video del New York Post

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

THEMENBILD, Tourismus am Mont Blanc

Muore alpinista italiano sul Monte Bianco. Saliva in solitaria non assicurato

La tragedia sulle Grandes Jorasses. Caduta di 600 metri. Due vittime domenica sul versante svizzero del Cervino

Maltempo in Calabria, escursionisti travolti dalla piena di un torrente: otto morti

Tragedia nelle gole del Raganello a Civita di Castrovillari (Cosenza). Cinque i feriti, incerto il numero dei dispersi

Crollo ponte Genova: posizionato georadar che monitora i tronconi

Il Procuratore Cozzi: "Inchiesta lunga. Non escluse concause geologiche o sismiche"

Parla a LaPresse il capo della Procura di Genova. Esclusa la questione del meteo. Autorizzate rimozioni. Imprevedibilità? "No, un ponte è fatto per stare in piedi"

Papa Francesco recita il tradizionale Angelus della Domenica

Pedofilia, Papa: "Che vergogna, abbiamo abbandonato i piccoli"

La presa di posizione del Pontefice dopo lo scandalo Pennsylvania