Domenica 27 Maggio 2018 - 12:30
Loading the player...

Porte aperte al carcere di Bologna: il coro è dei detenuti

Si è tenuto sabato 26 maggio, nella Casa Circondariale Rocco d'Amato di Bologna - eccezionalmente aperta al pubblico -, l'annuale concerto del Coro Papageno, uno dei progetti di musicoterapia di Mozart 14, l’associazione di Alessandra Abbado che porta avanti le iniziative sociali del Maestro. Il coro è formato da 40 detenuti, uomini e donne, della Casa Circondariale Dozza di Bologna a cui si aggiungono coristi volontari di importanti cori cittadini. Dopo le esibizioni in Senato e in Vaticano del 2016 e il docufilm di "Shalom! La musica viene da dentro", il Coro Papageno, diretto dal Maestro Michele Napolitano, si è presentato al pubblico ancora più numeroso e con un repertorio internazionale e trasversale che comprende due nuovi brani: Siyahamba (canto tradizionale africano) e Venendo giù dai monti (canto tradizionale bolognese). Un viaggio tra sacro e profano, colto e popolare che dalla monodia medievale al Rinascimento arriva, passando per Mozart e l’Ottocento, alle sonorità dei canti tradizionali e al repertorio afroamericano.