Venerdì 13 Ottobre 2017 - 19:30

Vietata la 'marcia su Roma' di Forza Nuova: lo stop dalla questura

Tra le motivazioni gli elevati rischi per l'ordine pubblico. Ieri il no di Raggi e Minniti al corteo

Vietata la 'marcia su Roma' di Forza Nuova: lo stop dalla questura

Arriva il no ufficiale alla 'marcia su Roma' di Forza Nuova. E' stato firmato oggi dal questore il divieto di svolgimento del corteo previsto nel pomeriggio del 28 ottobre nel quartiere dell'Eur. A supporto del divieto, si legge in una nota, anche le valutazioni concordi dei vertici delle forze dell'ordine nella riunione di ieri tenutasi in Prefettura, che ha messo in luce gravi rischi per l'ordine pubblico in caso di svolgimento della manifestazione.

Ad anticipare la decisione era stato ieri il ministro dell'Interno Minniti, replicando al partito di estrema destra che aveva confermato di voler andare avanti: "Con le motivazioni da me già espresse in Parlamento nella seduta del 20 settembre, ho già dato indicazioni al Questore di Roma di non concedere l'autorizzazione per la manifestazione promossa da Forza Nuova a Roma il prossimo 28 ottobre".

Poche ore dopo era intervenuta anche la sindaca di Roma Raggi: "Il 28 ottobre saremo con l'Anpi nazionale in Campidoglio per dire sì alla democrazia ed un no alla marcia su Roma".

Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Giorgio Gori candidato Presidente Regione Lombardia

Pisapia apre ad Alfano: "Metteremo insieme centro e sinistra"

All'incontro coi cattolici moderati arriva a sorpresa anche Fassino

Leopolda al via, Renzi contro le fake news. Prodi: "Non sapevo ci fosse"

Parte la kermesse ideata dal segretario dem nel 2010. Frecciatina del padre dell'Ulivo

Rapporto Civita. Il Soft Power dell'Italia

Pd, al via 'L8' Incontro: una Leopolda vintage rivolta ai millenials

La kermesse politica ideata da Renzi apre i battenti con uno stile retrò che ammicca ai giovani

Milano, manifestazione Cgil Cisl e Uil

Pensioni, Cgil: "Proposta del governo è insufficiente, il 2 dicembre in piazza"

Il sindacato lancia la mobilitazione "per garantire futuro ai giovani". Cinque manifestazioni in contemporanea a Roma, Torino, Bari, Palermo e Cagliari