Sabato 25 Novembre 2017 - 08:15

Violentata ripetutamente da amico di famiglia: incinta a 11 anni

Arrestato a Barriera di Milano, in provincia di Torino, un uomo di 35 anni che la bambina chiamava zio

Si fidava di lui, era uno zio, uno di famiglia. E lui ha approfittato di lei, a soli 11 anni, ripetutamente. Fino a quando la pancia ha iniziato a crescere e i genitori della piccola hanno fatto la scoperta. "Vostra figlia è incinta".

A Barriera di Milano, in provincia di Torino, una famiglia nigeriana ha dovuto fare i conti con questa atrocità quando, allarmati dallo strano rigonfiamento della pancia, hanno portato la piccola in ospedale credendo fosse malata. Per scoprire una terribile verità: "Mi toccava sotto i vestiti, io non volevo, ma lui insisteva e minacciava di non farmi più vedere la mamma se avessi parlato", racconta la bambina. 

L'uomo, un 35enne nigeriano che vive con gli zii dell'undicenne, è stato arrestato. Ha approfittato della bambina approfittando del lungo tempo e delle notti, che lei e i suoi fratelli passavano in casa sua mentre i genitori, lei donna delle pulizie e lui operaio, erano via per lavoro. 
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Moschea di viale Jenner

Torino, 26enne uccide patrigno a colpi di pistola e poi chiama carabinieri

La discussione per futili motivi è iniziata a cena, il 26enne si è procurato una pistola e ha colpito il 59enne sparandogli più volte

Daisy Osakue, campionessa azzurra di origine nigeriana aggredita

Aggressione Osakue, cure al cortisone: l'atleta rischia di saltare gli Europei

La giovane campionessa nel lancio del disco, colpita a un occhio da un uovo, forse dovrà dire addio a Berlino per le norme antidoping

Daisy Osakue, campionessa azzurra di origine nigeriana aggredita

Aggressione a Osakue, la Procura di Torino indaga per lesioni senza aggravante razziale

L'atleta azzurra, di origini nigeriane, colpita al volto da un uovo lanciato da un'auto in corsa. Non si esclude nessuna ipotesi dato che si sono verificati altri casi simili e le vittime non erano di colore

Champions League, panico a Torino in piazza San Carlo: tifosi della Juve in fuga

Torino, spray in piazza San Carlo: arrestato quinto componente della banda

Nel 2017 durante la proiezione della finale di Champions tra Juve e Real Madrid, scatenarono il panico causando la morte di una donna e il ferimento di oltre 1500 persone