Giovedì 12 Ottobre 2017 - 15:00

Weah presidente della Liberia? Maldini si congratula, ma è mistero

Complimenti anche da Desailly. La stampa africana è, però, molto cauta sulla sua elezione

Weah presidente della Liberia, Maldini si congratula. Ma è mistero

E' mistero sulla elezione di George Weah a presidente della Liberia. Con un post sui social network, Paolo e Maldini e Marcel Desailly, si sono congratulati con il loro ex compagno di squadra del Milan ma in realtà la vittoria non è ancora ufficiale. "Congratulazione a Mr Le #président George Weah. Lavora duro per fare la differenza per la tua gente", scrive Desailly. "Sono sicuro che l'uomo umile e generoso che ho incontrato vent'anni fa sarà il leader perfetto per il suo popolo", scrive invece Maldini. Sono ore d'attesa per Weah, unico africano ad aver vinto il Pallone d'Oro, al momento la stampa africana è molto cauta sulla sua elezione. L'account twitter della commissione elettorale della Liberia ha infatti diffidato dal credere a notizie non ufficiali. Nelle scorse ore è spuntato anche un tweet di congratulazioni di un politico liberiano, ma successivamente si è scoperto essere falso.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

William e Kate annunciano: "Il terzo royal baby nascerà ad aprile"

William e Kate annunciano: "Il terzo royal baby nascerà ad aprile"

Ancora un'incognita il sesso del nuovo membro della famiglia

Nazionale, Ventura: "Svezia avversario forte, merita rispetto"

Il ct dopo il sorteggio: "Ci prepareremo alla doppia sfida di novembre con fiducia e determinazione: nessuno prende in considerazione l'ipotesi di non andare al Mondiale"

Qualificazioni Coppa del Mondo 2018: Albania vs Italia

Russia 2018, Svezia sarà avversaria dell'Italia ai playoff

Nord Irlanda-Svizzera, Croazia-Grecia, Danimarca-Irlanda gli altri accoppiamenti

Malta, autobomba uccide la giornalista Daphne Caruana Galizi

Giornalista uccisa a Malta, il figlio: "È colpa dello Stato corrotto"

Il giovane racconta "l'inferno" che ha visto quando è accorso sul luogo dell'esplosione