Mercoledì 08 Novembre 2017 - 18:00

Weinstein, Carla Bruni: "Scandalo benvenuto, io non ho mai incontrato predatori"

"A mia figlia dirò di stare attenta e di non dare fiducia facilmente. Ma questo purtroppo non basta a proteggerci"

"Questo scandalo è benvenuto, per le persone molto conosciute che lo hanno subito è un sollievo, così come per le donne anonime che lo subiscono al lavoro e che non hanno la forza di denunciare". Carla Bruni, a Milano per presentare il suo nuovo album 'French Touch', dice la sua sullo scandalo molestie che ha travolto Hollywood. "C'è una perversità che non è abuso sessuale, è qualcosa altro da parte di chi ti mantiene sottomessa. Magari questo scandalo salverà uomini e donne da una sofferenza importante, per chi è giovane può essere davvero un trauma", prosegue la moglie dell'ex presidente francese Nicolas Sarkozy.

"Da giovane ero molto prudente. Poi può capitare, ma io di predatori non ne ho mai incontrati. Poteva accadere, ma io ero paurosa e tenevo gli occhi aperti. Sentivo che ci sono uomini che sono predatori, non solo uomini di potere. E' bene che questa storia sia venuta fuori, può dare la forza di denunciare". "A mia figlia - aggiunge - dirò di stare attenta, di tenere gli occhi aperti e di non dare fiducia facilmente. Ma questo non basta a proteggerci, a me non è successo ma è fortuna".

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Fabrizio De Andrè

"Tu che m'ascolti, insegnami". Parole e musica di Fabrizio De André rimasterizzate

Grande progetto della Sony diretto da Dori Ghezzi con Morgan. Criterio di divisione per temi (dall'amore alla guerra): 78 brani divisi per temi: 4 cd e 12 lp

Cremonini e i suoi 'Possibili scenari': "Ho provato l'ebrezza del coraggio"

Dopo due anni di intenso lavoro in studio, ecco il nuovo album. Il singolo 'Poetica' la sua scommessa più grande

Fatti mandare dalla mamma: adesso la canta Fiorello con Danti | VIDEO

Il singolo di Gianni Morandi reinterpretato in versione trapper con tanto di backstage

New Kids on the block ritratti

"Nick Carter mi violentò. Colpa non è delle vittime, denunciate"

Melissa Schuman esce allo scoperto dopo 15 anni per battersi contro il fenomeno del "victim blaming". Ma il cantante respinge ogni accusa