Domenica 07 Ottobre 2012 - 17:15

Wikipedia dà per morto leader Afterhours Manuel Agnelli: è una bufala

IMG

Bologna, 7 ott. (LaPresse) - Non è il primo e non sarà certamente l'ultimo, ma sicuramente Manuel Agnelli, leader degli Afterhours non si aspettava proprio di scoprire da Wikipedia di essere morto. A raccontarlo, attraverso una fotografia della pagina dell'enciclopedia più amata del web pubblicata sulla fan page ufficiale del gruppo, sono gli stessi Afterhours che ironizzano sull'accaduto. "Durante il concerto di ieri all'Estragon di Bologna - scrive la band milanese - abbiamo appreso da Wikipedia la notizia del decesso di Manuel Agnelli. Il sostituto non se l'è cavata male".

Nell'immagine pubblicata si legge che il 6 ottobre 2012 in seguito ad un mix di farmaci, Manuel Agnelli viene trovato morto dal violinista del gruppo, Rodrigo D'Erasmo, nella sua stanza d'albergo alla periferia di Bologna. "Il personale paramedico - si legge - ne ha attestato il decesso intorno alle 17.20. Agnelli avrebbe dovuto esibirsi con gli Afterhours il giorno stesso sul palco dell'Estragon". Uno scherzo di cattivo gusto o una bufala? Difficile saperlo, perché oggi la pagina di Wikipedia dedicata al cantante non fa cenno alla sua morte. Immediata la reazione dei fan, che sulla pagina ufficiale della band commentano con ironia lo scivolone dell'enciclopedia.

Twitter @elena_fois

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Vogue Party a Parigi

Molestie, modelli accusano il fotografo Testino. Vogue: "Stop collaborazioni"

Dopo il caso Weinstein, lo scandolo coinvole ora il mondo della moda. Nel mirino anche il collega Bruce Weber

Milano, ultimi preparativi per la Prima della Scala

Scala, oggi la prima con il ritorno dell'Andrea Chénier e Anna Netrebko

La protagonista è Anna Netrebko, considerata da molti una nuova Callas

Attesa a Napoli per la pizza patrimonio immateriale dell'Unesco

Unesco, l'arte della pizza diventa patrimonio dell'umanità

Un riconoscimento a lungo atteso, che premia i pizzaiuoli, il loro lavoro, la loro identità