Venerdì 06 Luglio 2018 - 16:00

Wimbledon: Giorgi va agli ottavi. Soffre ma anche Zverev passa

Bella prova di carattere della 26enne di Macerata , numero 52 del ranking mondiale

Tennis, Wimbledon 2017 - Primo Giorno

Bella prova di carattere di Camila Giorgi nel terzo turno del torneo di Wimbledon, terzo Slam della stagione in corso sull'erba dell'All England Lawn Tennis. La 26enne di Macerata, numero 52 del ranking mondiale, dopo aver eliminato all'esordio la lettone Anastasija Sevastova, numero 21 del ranking mondiale e 21esima testa di serie, si è ripetuta contro la statunitense Madison Brengle, numero 108 Wta, ha battuto in rimonta per 3-6, 7-6(8), 6-2, dopo due ore e 38 minuti di battaglia, la ceca Katerina Siniakova, numero 42 Wta, approdata per la seconda volta in carriera al terzo turno dello Slam British.

Soffre più del previsto ma alla fine Alexander Zverev si qualifica per il terzo turno di Wimbledon. Nella prosecuzione del match sospeso giovedì per l'oscurità contro il giovane americano Taylor Fritz, il tedesco numero 4 del seeding si è imposto in cinque set con il punteggio di 6-4, 5-7, 6-7 (0/7), 6-1, 6-2. Nel prossimo turno Zverev affronterà il lettone Ernests Gulbis.
 

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Rogers Cup - Round 16

Toronto, trionfa Nadal. Battuto Tsitsipas in finale

Per lo spagnolo, numero 1 del mondo, è l'ottantesimo titolo in carriera. Partita combattuta: 6-2, 7-6

Rogers Cup - Round 16

Tennis, a Toronto Tsitsipas fa fuori Djokovic. Halep ok a Montreal

Sorprese nei due tornei (maschile e femminile) canadesi. Ok Nadal, Cilic e Zverev. Stop per Sharapova, Wozniacki e Wawrinka

TENNIS-GBR-WIMBLEDON

Toronto, passa Shapovalov in due set: l'ira di Fognini è incontenibile

L'italiano spreca l'occasione, si fa rimontare e se la prende con tutti

Foto tratta dal profilo Instagram di Fognini

Fognini, trionfo a Los Cabos: Del Potro ko. Terza vittoria nel 2018

Per il campione azzurro è l’ottavo successo nel circuito su 17 finali disputate: gliene mancano solo due per eguagliare il grande Panatta